Utente 282XXX
Salve Sig,ri medici, apro un topic in questa sezione rimandando anche alla lettura di un altro consulto aperto nella sezione Gastroenterologia: http://www.medicitalia.it/consulti/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/331765/Stipsi-cronica-l-unica-e-conviverci

Sposto la richiesta qui perchè ritengo sia più adatta al mio caso in quanto da Agosto di quest'anno mi è comparso un altro sintomo; un orticaria che dai test è risultata autoimmune e di natura ignota.
Prick test e Rast test evidenziano un allergia alimentare verso la proteina LTP Pru p3 ma che a detta dello specialista non è la causa dell'orticaria per cui ho eseguito i vari controlli. Breath Test e analisi del sangue risultano negativi se non per un deficit modesto di ferro e ferritina e lieve di IgA/G.

Ho valutato la mia storia con il dipartimento di allergologia del mio ospedale che mi ha licenziato con una cura a base di antistaminici che, pur tenendo a bada i pomfi, non eliminano eritemi diffusi e leggeri pruriti che compaiono sempre in concomitanza con gli altri sintomi descritti all'inizio che denotano uno stato di infiammazione sistemica.
-> comparsa di brufoli sul viso, petto
-> comparsa di tonsilloliti
-> eritema (istamina)

Con l'aggiunta del "peso" al fianco destro e una stipsi (che invece è migliorata e meno presente).

Tutti sintomi che compaiono insieme in maniera cronica per scomparire (chi prima chi dopo nel giro di qualche giorno)

Spero che qualcuno possa darmi un idea per indagare meglio la mia situazione dato che gli specialisti che mi hanno visitato non trovano possibili soluzioni.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
credo che sia necessario chiarire innanzitutto che un quaro clinico composto da
- dermatite acneiforme (/seborroica?)
- presenza di tonsilloliti
- orticaria cronica autoimmune
ma anche di ( http://www.medicitalia.it/consulti/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/331765/Stipsi-cronica-l-unica-e-conviverci )
- stipsi cronica (che sembra non essere stata studiata)
- depressione "minore"
NON sembra proprio rappresentare l'espressione di uno «stato di infiammazione sistemica».

Dal punto di vista generale e immunologico, stipsi e orticaria cronica autoimmune (ma anche lo stato depressivo) potrebbero in teoria essere associati a un ipotiroidismo (autoimmune).

Saluti,
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore, grazie per la risposta. Durante il Dh in ospedale hanno cercato traccia di ipotiroidismo ma i test ematico e ecografico sono risultati negativi. La dermatite è acneiforme e si ripresenta cronicamente in maniera lieve sempre negli stessi distretti (viso e petto), sotto forma di brufoli infiammati che persistono anche in assenza di pus.

Es: nei periodi di benessere capita di avere uno/due piccoli brufoli sparsi che però se punti e "vuotati" si risolvono in poche ore con una crosticina. In questi caso invece i brufoli anche dopo il peeling si mantengono rossi e dolenti (anche in assenza di materiale purulento) per tutta la durata dello stato (7ggcirca)
[#3] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Sto ancora indagando le cause della orticaria autoimmune e chiedo se c'è la possibilità che possa essere stata causata da questa situazione:

-7gg Cefalosporine (per combattere un idrosadenite)
-8º/9º giorno integrazione fermenti lattici
-10º giorno intossicazione da alchol
-11º giorno comparsa orticaria

per quanto riguarda l'intossicazione preciso che le quantità assunte non erano eccessive, ma i sintomi sono stati intensi, possibile l'interazione con le cefalosporine dopo oltre 48h? Sono a conoscenza di un effetto disulfiram simile dato da questi farmaci in associazione all'alcol, ma non pensavo dopo tutto questo tempo.
[#4] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
L'orticaria autoimmune ha già una sua definizione pertanto la fase diagnostica si è conclusa, non ha bisogno di cercare altro.
Da questo punto di vista, l'obiettivo deve essere ora quello di controllarla per riappropriarsi di una qualità di vita normale.
Saluti,