Utente 809XXX
Io(32) e mio marito (34) stiamo cercando di avere un bambino da più di due anni e mezzo. Nel 2004 ci siamo rivolti a un centro per la diagnosi e cura della sterilità di coppia e abbiamo effettuato vari accertamenti dai quali è risultato essere tutto nella norma. Io ho eseguito vari dosaggi ormonali, ecografia, isteroscopia con biopsia e isterosalpingografia. Mio marito ha effettuato due volte lo spermiogramma che è risultato essere buono. Vi riporto i risultati:

18/2/04

Giorni di astinenza: 4
volume: 2,5 ml
nemaspermi/ml: 60.000.000
n. totale: 150.000.000
aspetto: normale
fluidificazione: normale
viscosità: molto aumentata

Motilità % a 60 e 120 minuti
rettilinea rapida - tipo 4: 25 (25)
rettilinea lenta - tipo 3: 10 (10)

Spermiocitogramma:
forme normali: 50%
forme patologiche: 45%
forme immature: 5%

Concentrazione: normale
motilità: normale
morfologia: normale
Valutazione conclusiva: normale
Osservazioni: si rileva la presenza di numerose zone di agglutinazione nemaspermica

28/6/04

Giorni di astinenza: 4
volume: 2,0 ml
nemaspermi/ml: 30.000.000
n. totale: 60.000.000
aspetto: normale
fluidificazione: normale
viscosità: normale

Motilità % a 60 e 120 minuti
rettilinea rapida - tipo 4: 25 (25)
rettilinea lenta - tipo 3: 15 (15)

Spermiocitogramma:
forme normali: 50%
forme patologiche: 45%
forme immature: 5%

Concentrazione: normale
motilità: normale
morfologia: normale
Valutazione conclusiva: normale
Osservazioni: nulla

Abbiamo poi fatto due cicli di monitoraggio ecografico della crescita follicolare con rapporti mirati, ma senza alcun risultato. A giugno di quest'anno ci siamo perciò rivolti ad un altro centro per avere un altro consulto. Ci hanno confermato che gli esami erano tutti a posto. Mio marito ha effettuato uno spermiogramma anche presso questo centro:

27/6/05

Giorni di astinenza: 4
volume: 5 ml
nemaspermi/ml: 48.000.000
n. totale: 240.000.000
colore: giallo pallido
pH: 8.0
fluidificazione: non conclusa
viscosità: molto aumentata

Motilità %
rettilinea rapida: 30
rettilinea lenta: 20
mobili sul posto: 5
immobili: 45

Valutazione conclusiva: normozoospermia

Il ginecologo l'ha visitato e gli detto che aveva un varicocele a sx, ma essendo lo spermiogramma buono secondo lui non è necessario trattarlo. Lui mi ha consigliato di prendere il clomid per 3 mesi e eventualmente fare una laparoscopia.
Siamo poi tornati al primo centro dove consigliano invece di risorrere all'inseminazione intrauterina.
A questo punto sono piuttosto confusa. Mio marito dovrebbe rivolgersi comunque ad uno specialista per un controllo più approfondito del varicocele?
A cosa è dovuto l'aumento della viscosità e può influire? Pensavamo di provare con l'IUI - che risultati può dare nel nostro casio?
Grazie per l'attenzione a cari saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Una valutazione andrologica è propria necessaria. Al Gattinara c'è un ottimo centro.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice 8098,

in effetti il quadro descritto farebbe pensare ad una situazione compatibile con una normale fertilità.
Credo sia importante cercare di avere una gravidanza ma senza che questa ricerca diventi troppo ossessiva per il vostro rapporto di coppia,
Il problema del varicocele va indubbiamente analizzato.
Forse potrebbe essere utile correggere tale patologia vascolare nella speranza di ottenere quei miglioramenti seminali che possano portare alla fecondazione
Nel contempo seguiterei con rapporti "naturalmente" mirati
cari saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
gli esami del liquido seminale che Lei acclude potrebbero essere considerati del tutto normali se non fosse per la variabile presenza di astenozoospermia (ridotta mobilità degli spermatozoi) e teratozoospermia (elevata percentuali di spermatozoi morfologicamente anomali). Ovviamente Suo marito è fertile. Ma è anche vero che più di due anni e mezzo di tentativi di ricerca di una gravidanza, con rapporti presumo liberi e frequenti, inducono ad una certa perplessità.
Prendo atto che il Ginecologo che ha visitato Suo marito non intende procedere ad alcun trattamento di correzione del varicocele. In ogni caso dalla Sua mail non traspare il grado raggiunto da questo varicocele e quindi l'entità del reflusso e quindi la potenzialità di danno sulla spermiogenesi.
In effetti, i reperti anomali negli esami del liquido seminale che Lei ci ha spedito, molto spesso, sono imputabili ad una condizione di varicosità del plesso pampiniforme. E di conseguenza molto spesso migliorano, in maniera spesso oltre le aspettative, dopo trattamento del varicocele.
Quindi, a mio modo di vedere, il problema varicocele non va trattato con superficialità ma semmai approfondito.
Fermo restando tutto quello che ho scritto, ritengo che due anni e mezzo di tentativi per una gravidanza per via naturale siano tanti. Se sono troppi, io non posso e non voglio nemmeno dirlo. Dipende dalla priorità che una gravidanza ha nelle aspettative del Vostro rapporto di coppia. Non esitate a ricorrere ad una gravidanza assistita ove ve ne fossero le motivazioni. Non avrebbe senso agire in maniera contraria alla logica.
Davvero auguri affettuosi per la realizzazione del Vostro desiderio. Cordiali saluti ad entrambi.
Prof. Giovanni MARTINO