Utente 259XXX
Ho appena ritirato i risultati di uno screening immunologico per una sospetta mielopatia, a quanto pare, ormai esclusa. Alcuni dei valori riscontrati non risultano, però, di facile interpretazione:
- anticorpi AGA IgG = 27.2 U/ml (< 10.0);
- anticorpi ANA = debolmente positivo;
- TSH = 0.13 µUi/ml (0.35> <2.80);
- globuli bianchi = 3.62 10^9/l (4.10> <9.80);
- monociti = 0.21 x10^9/l (0.25> <1.00);
- fosforo = 2.4 mg/dl (2.5> <4.5)
- colesterolo =232 mg/dl (130> <200).
Tutti gli altri valori sono entro i limiti.
La mia storia clinica è piuttosto complessa: ho diverse protrusioni alla colonna vertebrale e un'ernia dorsale, motivo per il quale ho, credo, difficoltà di deambulazione e ipoestesia alle piante dei piedi e ho iniziato 2 anni fa a sottopormi a svariati esami e consulti; pochi mesi fa è stato rilevato un piccolo meningioma (7mm) in sede temporale destra; quasi contemporaneamente è stata definitivamente esclusa la celiachia; sono intollerante al lattosio; da oltre 20 anni sono affetto da ipotiroidismo autoimmune (150 mg di Eutirox ogni giorno).
E' possibile far risalire tutto ciò a un'unica causa, probabilmente a carattere immunologico, o i miei sono "problemi" concomitanti? A cosa dare priorità?
Grazie infinite per l'eventuale risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.

La presenza di IgG antigliadina non è utile nella diagnosi di celiachia (che peraltro, come ci scrive «è stata definitivamente esclusa»).
La debole positività per ANA può essere correlata ad una condizione di autoimmunità già accertata («ipotiroidismo autoimmune»).

La soppressione del TSH è verosimilmente indotta dalla terapia sostitutiva, per cui deve chiedere al Suo endocrinologo se è il caso di ridurre la posologia della tiroxina.
GB totali, monociti e fosforo: si tratta di minime alterazioni che non possono avere significato.
Colesterolo totale: da rivedere con il dosaggio dei trigliceridi e delle frazioni HDL e LDL.

Le problematiche che riferisce (discopatie, meningioma, tiroidite autoimmune, intolleranza al lattosio) non possono essere correlate tra loro.

Non è possibile esprimere un giudizio di "priorità" senza conoscere la situazione specifica nel dettaglio. In linea generale, senza trascurare nessuna delle altre condizioni, la priorità spetterebbe - in un dato momento - a quella che limita maggiormente la qualità di vita.

Buone Feste,