Utente 331XXX
Gentile dottore, sono un ragazzo di 30 anni, sportivo e con frequenza a riposo di 60 battiti al minuto. Da circa 1/2 anni la mia soglia cardiaca massima (circa 190/195) viene raggiunta troppa facilmente durante gli allenamenti, direi al minimo sforzo, fino a poco tempo fà questo non succedeva. Alla minima corsetta sono già a 170 e con una salitina schizzo a 195 battiti. Quando mi succede avverto una sensazione di malessere psicofisico, giramenti di testa e bassa tolleranza allo sforzo; questi sintomi in parte si protraggono per qualche ora dopo gli allenamenti e il giorno successivo mi sveglio quasi sempre con la cefalea. Sono andato dal cardiologo di fiducia a fare un Ecg (negativo, solo tachicardia sinusale su base ansiosa); ho intrapreso, sotto suo consiglio, una cura di Inderal 20 mg mattina e 20 mg sera. Nel frattempo ho fatto un ecocolordopler (negativo ma con sospetto setto interatriale assottigliato), quindi per vederci meglio ho fatto un transesofageo (negativo, solo il passaggio di una microbolla sotto manovra di Valsava). Rassicurato per quel che concerne la morfologia del cuore, decido di interrompere l'Inderal, per mia iniziativa; non mi andava di prendere un farmaco senza averne magari reale necessità, senza conoscere la vera causa di questo improvviso peggioramento prestazionale; e ad ogni modo mi ha fatto si abbassare la frequenza cardiaca ma non la scarsa tolleranza allo sforzo con i sintomi sopra descritti; perchè in ogni caso arrivavo, sotto l'inderal, facilmente ai 180 senza troppi sforzi. Dato che mi trovo molto disagiato da questa situazione, vorrei gentilmente un suo consiglio, un suo parere... Le auguro buon natale e felice anno nuovo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Cominciamo con il dire che raggiungere le frequenze che lei riporta è semplicemente folle.
Sul perche lei abbia frequenze cosi elevate è difficile dare risposte precise: assume farmaci? È fumatore? Ha escluso con gli esami del sangue anemia o problemi tiroidei?
Tenga comunque conto che lei non dovrebbe superare l 85% della sua FC massimale e per poco tempo, affinche il suo cuore non ne risenta.
Cordialita
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore la frequenza massima la mantengo per poco tempo, il problema è: come mai ci arrivo così facilmente nonostante mi alleno da 20 anni? come mai in passato non capitava? mantenere l'85% (171) vuol dire per me in questo momento fare corsetta lentissima; credo che in una sessione di arti marziali o in una partita a calcetto arrivino molto più in alto. Preciso che non sono fumatore, faccio un'alimentazione sana e non assumo farmaci, eccetto l'inderal per brevissimo tempo.
Preciso che quelle frequenze mi basta poco per raggiungerle, è questa la mia frustrazione, arrivo a 190 con il minimo impegno. Ed è strano in quanto sono alto 1.80 peso 75kg ed ho solo il 5% di grasso corporeo.
[#3] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2013
Lei dice quindi che le cause potrebbero essere o anemia o ipertiroidismo?
La ringrazio e la saluto cordialmente
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ha eseguito gli esami ematochimici che le ho indicato nel precedente post? Con che esito?
Il suo ecocardiogramma cosa mostrava?
[#5] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2013
Farò gli esami ematochimici nei prossimi giorni per escludere anemia e ipertiroidismo.
L'ecocardiogramma dice:

ventricolo sinistro normale per dimensioni cavitarie, spessori parietali, cinesi segmentaria e funzione sisto-diastolica. Atrio sinistro e cavità destre nella norma. Lieve arching del LAM. Minimo rigurgito mitralico. Insufficenza tricuspidale lieve.
PAPs nella norma. Setto interatriale assottigliato con verosimile minuscolo shunts sinistro destro.

Successivamente ho fatto il transesofageo che escludeva difetti interatriali e altre anomalie



[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Appena ha il responso degli esami ci ricontatti
Ariivederci
[#7] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore,

Ho eseguito gli esami ematochimici e tiroidei e risultano nella norma.

In attesa di un riscontro le auguro buon anno
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È opportuno che leie segua un Holter cardiaco delle 24 ore per valutare oggettivamente i valori della sua frequenza diurna e notturna
Arrivederxi