Utente 205XXX
Gentilissimi Dottori, sono un ragazzo di 28 anni.
All'età di circa 13-14 anni avevo notato un gonfiore zona inguinale, e sentivo con le dita la presenza di qualcosa all'interno.
Andai dal dottore di base, dopo la visita mi disse che non si trattava di ernia.
Bene, per tutto questo tempo non ho avuto particolari fastidi, ne dolori anche se questo piccolo rigonfiamento è continuato ad esserci.
Circa un mese fa, durante una mia giornata lavorativa, (lavoro in un ristorante), avevo il grembiule legato un po' stretto all'addome, mi sono chinato per prendere qualcosa da terra, quando mi sono rialzato ho percepito delle "fascicolazioni" (non so se il termine è esatto), nella zona intestinale, quindi basso addome. Premetto che avevo anche lo stimolo di defecare e che per motivi di tempo, la trattenevo da un po'. Subito dopo la defecazione queste "fascicolazioni" intestinali, passarono, ma da quel giorno ho cominciato ad avvertire i seguenti disturbi:
- Stipsi, meteorismo con difficoltà ad espellere gas, eccesso di gas intestinali, dolore lieve basso addome con quest'ultimo leggermente dolorante alla palpazione soprattutto nella zona bassa sinistra, lieve dolore basso addome prima e dopo defecazione.
Ho fatto un ecografia addome e una radiografia completa addome: tutto nella norma, solo un po' di aria.
negli ultimi 4-5 sentivo dei fastidi all'inguine sinistro: senso di peso, in alcuni momenti come se ci fosse qualcosa che tirasse, quest'ultimo disturbo lo percepisco di più soprattutto durante i borborigmi dell'intestino o quando sono in determinate posizioni.
Volevo anche dirle che da alzato, il gonfiore si vede, se tocco con mano si sente qualcosa all'interno, da sdraiato il gonfiore non si vede e al tatto si percepisce poco e niente.
Ho effettuato una visita chirurgica e mi è stata diagnosticata un'ernia inguinale di piccole dimensioni e il colon contratto (il chirurgo mi parló di colite spastica)
Negli ultimi 2 giorni ho notato che le mie feci erano a forma di una grossa palla dura. (Fecaloma??) in più ho anche un senso di nausea, senza vomito.
Ora volevo sapere, se i disturbi intestinali che le ho sopra elencato possono essere causati dalla presenza di un ernia inguinale o viceversa, se quel periodo di stipsi e meteorismo hanno contribuito ad aggravare questa ernia che ho da tempo (oltre 10 anni).
Nella zona inguinale non ho alcun dolore.Ho letto varie cose su internet....ernia intasata, ernia incarcerata, ernia strozzata...ecc..
Quando un ernia comincia ad essere intasata oltre a causare problemi intestinali...risulta anche dolente al tatto e non?
C'è correlazione tra ernia inguinale e nausea?
P.s. Ho anche un lieve prolasso della mucosa rettale.
Grazie mille anticipatamente
Buone feste!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La piccola ernia inguinale ( ? ) non ha alcuna influenza sui suoi disturbi intestinali. Nel consulto precedente però aveva riferito che il suo medico aveva escluso l'ernia.

http://www.medicitalia.it/consulti/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/391393/Ernia-inguinale-disturbi-intestinali

É riuscito realmente a farsi vedere dal chirurgo in questi due-tre giorni ?

Ad ogni modo i suoi disturbi sono da colon irritabile condito da un forte stato ansiogeno.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Grazie x la risposta, ma anche se l'ernia è piccola mi da parecchio fastidio, è normale che senta i borborigmi anche nella zona inguinale? Il fatto che non c'è dolore nella zona inguinale puó essere un fattore positivo?
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nel mentre lei ha risposto ho modificato il consulto aggiungendo (dopo aver controllato il consulto precedente) la seguente domanda:

>> É riuscito realmente a farsi vedere dal chirurgo in questi due-tre giorni ? Conoscono bene la realtà locale e credo proprio che ciò sia difficile. <<

Personalmente ho qualche perplessità sulla presenza della sua ernia perché se fosse stato realmente visitato il chirurgo avrebbe già risposto ai suoi dubbi.

Saluti

[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Ho effettuato la visita chirurgica 3 giorni fa. Ripeto, mi ha confermato la presenza di ernia inguinale e colon spastico. Mi ha in un certo modo tranquillizzato dicendomi che non si tratta di ernia intasata o altre complicanze della stessa. Le scrivo appunto perchè i miei dubbi permangono. Non metto in discussione l'aggravamento dei sintomi, dal mio stato ansiogeno. Mi preoccupano questi "borborigmi" in zona inguinale e questo senso di "tirare" quasi continuo sempre in quella zona.
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ribadisco: colon irritabile.

Buon Natale.

[#6] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la sua disponibilità. Buon Natale anche a lei.
[#7] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Le vorrei chiedere un'ulteriore domanda: quali sono in linea di massima i sintomi di un'ernia inguinale irriducibile e intasata?
Grazie.