Utente 103XXX
Gentili Dottori, vorrei avere un parere ed un consiglio da parte Vostra.
Esattamente sei mesi fa ho avuto un trauma con lesione da taglio al secondo dito della mano sx.
Nello specifico il taglio è collocato poco sopra la nocca del dito indice verso il lato esterno del dito rispetto al piano della mano.
Subito mi sono recato all’ospedale, di seguito riporto l’anamnesi effettuata dal Pronto Soccorso.
….presenza di ferita cutanea e del tessuto sottocutaneo con sospetta lesione tendinea del secondo dito della mano sx.
Medicazione con betadine, somministrazione IG anti-tetano e valutazione ortopedica , previa esecuzione di radiografia,
Dai radiogrammi acquisiti non sono stati evidenziati lesioni osteofratturative.
Dopo visita ortopedica mi hanno di nuovo medicato ed infine praticato una sutura superficiale, ( 2 punti), e dimesso con prognosi di 10 gg…
A distanza di sei mesi dall’evento i miei problemi sono i seguenti:
Dolore e gonfiore alla base del dito (interessa tutta la nocca)
Dolore, nel chiudere la mano a pugno, sempre alla base del dito
Dolore e difficoltà nell’esercizio di allargare, fra di loro, il dito indice e medio, gesto della vittoria, mano sx sempre alla base del dito e nella zona della nocca.
Inoltre mi è capitato di urtare, in modo non violento, la zona sopra menzionata ed il risultato è che ho provato un dolore molto forte al dito.
Ho notato che la zona interessata a volte mostra un colore della cute più rossastro rispetto alla mano dx.
Premetto che riesco a muovere il dito in oggetto per quanto riguarda estensione e flessione, anche se dopo un po’ questo esercizio il dito mi duole e si affatica.
Sono preoccupato perché penso che a distanza di tanto tempo il trauma avrebbe dovuto già risolversi da solo.
Vorrei sapere a quale specialista rivolgermi
Vi ringrazio anticipatamente per il Vostro aiuto e Vi porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

probabilmente si tratta di aderenze cicatriziali tra cute e tendine estensore.

Bisognerebbe sapere, inoltre, se sono stati utilizzati punti di sutura interni e se si, se sono riassorbibili o meno.

Dovrebbe farsi vedere da un chirurgo della mano.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio Dottore per la sua disponibilità e tempestività. Che io sappia non mi hanno dato punti di sutura interni. Consulterò al più presto un chirurgo della mano. Grazie ancora e Buona Giornata
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.