Utente 331XXX
Buongiorno. Da qualche tempo soffro di un leggero fastidio alla base del pene. Quando il pene non è eretto il fastidio è minimo e lo percepisco appena solo quando massaggio la zona in profondità. Il problema si viene a creare una volta raggiunta l'erezione. Premetto che,da quando ho questo fastidio, fatico a raggiungere la completa erezione e l'eiaculazione risulta non precoce ma molto più veloce. Il fastidio si trasforma in leggero dolore (limitato alla base del pene e qualche centimetro in su) quando,pene eretto, tendo a spostarlo verso destra. Quando effettuo la manovra la sensazione è come quella di un "nervo accavallato"(so che i nervi non possono accavallarsi ma non saprei come spiegarla in altro modo). Per concludere,urino spesso e qualche volta dopo la masturbazione, noto su lato sinistro un lievissimo rigonfiamento di una vena. Grazie,per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
20% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, i fastidi da Lei lamentati potrebbero essere addebitabili ad una placca del pene che provoca un risentimento che si manifesta soprattutto in fase di erezione. Considerando l'età giovane potrebbe essere un esito di un pregreso trauma del pene durante un rapporto sessuale. Per quanto rigurada la frequente minzione sarebbe utile sapere se questo disturbo si associa anche ad un indebolimento del getto urinario o a bruciori. Ciò detto, diventa assolutamente consigliabile, eseguire una valutazione specialistica per confermare o meno queste che sono solo ipotesi diagnostiche ed eventualmente stabilire l'eventuale e appropriata cura.
[#2] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottore, la ringrazio infinitamente per la celere risposta. Per quanto concerne la minzione,pensavo che la frequenza fosse associata in qualche modo a questo fastidio,quindi ho preferito menzionarlo. Il getto urinario è normale e non percepisco bruciori. In merito al problema principale,cosa intende esattamente per placca del pene? Questo potrebbe pregiudicare l'erezione? Noto che da quando risento di questo fastidio,faccio fatica a raggiungere una completa erezione. Sono stato da un urologo,il quale mi ha rassicurato che non c'è alcuna correlazione. Ma il problema persiste e non passa inosservato,dato che pregiudica qualsiasi intenzione di avere un rapporto sessuale. Può essere dovuto a fattori psicologici o ad altro? Noto inoltre un leggero rigonfiamento di una piccola vena che sta proprio alla base(sinistra) del pene. La ringrazio ancora per la disponibilità e la serietà.