Utente 328XXX
Salve a tutti.

Prima di un esame ecoendoscopico mi è stato effettuato un ECG, questi sono i risultati "scritti", copio quanto leggo sperando di farlo nell'ordine giusto.

Ritmo sinusale regolare, frequenza 77
Normali asse P, PR, Freq., Ritmo
Ritardo aspecifico della attivazione ventricolare
QRS 110 msec o più
Considerare infarto inferiore pregresso
Onde Q piccole in II, III, AVF

A fianco sono riportati questi dati

Freq. 77
PR 153
QRSD 111
QT 369
QTC 418
ECG ai limiti di norma (scritto anche dal medico che ha visionato l'esame in un foglio a parte)


L'esame l'ho fatto quasi un mese fa, la cartella clinica con dentro l'ECG era pronta solo stamattina. L'infermiera che mi ha fatto l'esame mi ha semplicemente detto "Tutto ok" dopo che mi ha staccato gli elettrodi. Nessun dottore mi ha detto nulla per cui ero relativamente tranquilla, ma adesso che leggo "considerare infarto inferiore pregresso" non sono più tanto tranquilla. Avrei bisogno di qualche chiarimento.

Ho 28 anni e sono patologicamente obesa, attualmente sono a dieta e in lista per un'operazione bariatrica.

Al link sottostante l'immagine del tracciato.

http://i10.photobucket.com/albums/a144/parisienne-moonlight/aaaaa/db6a1987-8a13-48af-a4a9-4616cd42f0fb.jpg

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La diagnosi di IMA è effettuata dalla diagnostica automatica dell'apparecchio e quindi non ha alcun valore (è errata). La diagnosi corretta è quella formulata dal collega dopo la verifica. Stia tranquilla.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille, è stato molto gentile e chiaro nella spiegazione!