Utente 322XXX
Mi chiamo Francesco e ho 20 anni , non mi fido delle vaghe informazioni del web così chiedo consigli qui riguardo la mia situazione .
Tenendo presente il titolo del mio consulto la illustro.
Alimentazione corretta, non fumo, corsa 2-3 volte a settimana
Il mio desiderio sessuale è costante e non ho avuto cali , ho regolari erezioni mattutine talvolta mi è capitato di avere polluzioni notturne .
Non ho mai avuto problemi nella masturbazione, ma non ho mai fatto caso ai tempi di eiaculazione o di cali di erezione .

Qualche mese fa sono stato con una donna ( era la PRIMA volta ) , abbiamo fatto ''petting'' per un bel pò ed io ho avuto diverse erezioni, nel senso che non ne ho avuta una prolungata e poi piano piano siamo arrivati li li per la penetrazione e mi sono accorto che stavo per eiaculare . Lei non si accorse di nulla perchè dovemmo interrompere il rapporto per altri motivi e ci salutammo.

2 mesi dopo sto con un altra ragazza e la prima volta a letto insieme , penso a causa dell'eccitazione , eiaculo durante il petting .
Qualche giorno dopo ci riproviamo, quindi cerco di prendere tempo col petting e durante lo stesso ho una buona erezione poi però col tempo scema ( anche se il desiderio non cala ) e difatti quando siamo sul punto , non riesco a penetrarla ; quindi provo ad ottenerla da me poi metto il preservativo e sfortunatamente eiaculo.
Altro giorno Su consiglio di lei mi masturbo la mattina, perchè dice che funziona , così la sera ci riproviamo ed in effetti mi controllo meglio , almeno così sembra, eppure l'erezione va scemando, metto il preservativo e ci provo comunque ,ma non posso penetrarla .
Risolviamo il tutto col sesso orale e per ora va bè .
Giorni dopo , come spesso mi capita , ho un erezione incontrollata e durevole, qualche ora prima di cena , o dopo pranzo , che poi dopo un pò va scemando mentre quelle mattutine sono più durevoli .
Mi preoccupo quindi e decido di afare un pò di prove per capire se il problema è organico .
Leggo dei post su questo sito e Quindi provo nella masturbazione ad usare il metodo start and stop ( lo usavo comunque inconsciamente anche da prima ) ed in effetti sono riuscito ad eiaculare anche dopo mezz'ora il punto è che dopo un pò perdo l'erezione, poi la ritrovo , la mantengo per un pò poi la perdo...
Una mattina dopo invece nessun problema durante la masturbazione , erezione che perdura ed eiaculazione più controllata . Queste 2 differenze le ho notate in base all'ora del giorno o alla frequenza di masturbazione . Per no parlare del fatto che non ho mai mantenuto l'erezione dopo l'eiaculazione

Il problema è organico?
Questa perdita d'erezione è normale ?
Poi non avendo avuto un rapporto completo non posso dire se il mio problema è eiaculazione precoce, almeno da laico, o invece c'è ?
Devo considerare di rivolgermi già al mio medico o ad un andrologo , oppure è un problema dovuto alla mia scarsa esperienza o alle prime volte ed è meglio aspettare?




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
... probabilmente l'ultima che ha detto. La sua situazione presenta tutti i caratteri tipici dell'ansia da prestazione delle prime volte; si dia un pò di tempo accettando mentalmente che per qualche volta ancora potrebbe non andare benissimo, ma confidando che alla fine il tutto si risolverà.
Nell'evenienza ciò non avvenisse le suggerirei una valutazione andrologica.

Ci faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott. Pescatori , la ringrazio della sua risposta .
Mi stupisce comunque ''che qualche volta ancora potrebbe non andare benissimo'' e devo dire mi fa sorridere ,ma meglio saperlo così almeno la prenderò con filosofia , d'altronde c'è di peggio .
Farò come mi consiglia , anzi se ha suggerimenti o articoli riguardo l'ansia da prestazione li leggerò , anche se mi viene da pensare che , visto il problema , potrebbero essere controproducenti .
Cordiali saluti.
Francesco
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Francesco,
Mi associo alle indicazioni del dr. Piscatori.

Le allego delle letture sull' Asia da prestazione ed un canale salute sul d.e , le legga e se desidera ne riparliamo.
La valutazione andrologica rimane sempre la prima tappa, una scrupolosa diagnosi clinica inoltre, può quantizzare ed investigare gli "aspetti ansiogeni" sempre presenti nel disagio sessuale, comprendendo inoltre se sono " causa o effetto" della disfunzione.



http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-il-sintomo-va-sempre-tolto-o-talvolta-mantenuto
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-10-cose-da-sapere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologica-dalla-terapia-orale-per-il-deficit-erettivo
http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html