Utente 289XXX
Gentili dottori,
Vorrei un vostro parere.. Da questa notte ho un dolore alla gamba destra, dalla caviglia a sotto il ginocchio, ma non è gonfia. Ho dormito male perchè avevo un fastidio alle gambe e non riuscivo a tenerle ferme al caldo. Prendo la pillola anticoncezionale da 4 mesi però, siccome mia mamma è morta x cause cardiovascolari, prima di prescrivermela mi hanno fatto fare tutti gli esami per la coaugulazione che erano nella norma. Aggiungo che ho appena smesso la pillola per la settimana di pausa, quindi mi devono venire le mestruazioni.
Siccome domani devo partire per una breve vacanza, sono un po' preoccupata quindi vi chiedo, con i limiti del consulto online, se vi sembra una situazione preoccupante.
Ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà l'impossibilità in un caso come questo di poterLe fornire rassocurazioni a distanza.
Qualora il sintomo dovesse perdurare è opportuno un controllo de visu.
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Intanto la ringrazio... Siccome dovrò camminare molto nei prossimi giorni, pensa che possa essere controindicato? Aspetterei di tornare il 2 gennaio e di consultare il medico se avessi ancora questi sintomi. Scusi per le domande a cui è difficile rispondere online ma sono un po' preoccupata.
[#3] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottore,
La disturbo ancora per chiederLe un'ultima informazione.. Sono andata dal mio medico di base che toccandomi le gambe mi ha detto che ho la stasi venosa ( se non ricordo male il termine usato è quello ) e mi ha dato un integratore di rutina da prendere x 10 giorni e mi ha detto di fare movimento perchè sono un po' sedentaria. Mi ha detto che non necessito di ulteriori accertamenti ma io, pensando non c'entrasse niente, non gli ho detto che da qualche mese ho sempre un freddo esagerato anche in casa ben coperta. Detto ciò, Lei pensa che possa attenermi alla rassicurazione del medico oppure questo freddo esagerato può essere collegato quindi bisognerebbe fare ulteriori accertamenti? Mi scuso per il disturbo.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Una sensazione di freddo eccessiva e non giustificata, soprattutto se perdurante, imporrebbe un approfondimento, anche mediante esami ematochimici mirati alla valutazione della funzione tiroidea.
[#5] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Gli esami per la tiroide li dovrei fare a febbraio per controllarne la funzionalità in seguito alla diagnosi della tiroidite autoimmune ( all'epoca della diagnosi la tiroide funzionava bene ) quindi potrei anticiparli. Quali altri approfondimenti potrei richiedere? La ringrazio della disponibilità.