Utente 290XXX
Salve, sono un ragazzo di ventuno anni! Vi illustro il mio problema che credo sia abbastanza complesso, partendo dalle radici: io non mi sono mai masturbato in adolescenza, avendo sofferto di fimosi serrata, non ne sentivo il bisogno, questo poi si accompagnava con una non chiara visione di ciò che veramente potesse eccitarmi. Lo scorso aprile ho risolto con una circoncisione il problema e di lì a poco, ho anche capito qual è la mia vera natura. Ora, con rapporti manuali o orali, o qualsivoglia modalità, non riesco a venire, ad avere una eiaculazione, che ho solamente sottoforma di polluzione durante la notte. Cosa dovrei fare in questa condizione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'esperienza di porterebbe a risponderle che,con il tempo,il problema si risolverà ma,non potendo osservare il quadro clinico di persona,non posso che inviatarla a consultare un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Mi associo alla risposta del dr Izzo.
Valutato il quadro clinico da un andrologo, le suggerisco la seguente lettura, la notte, solitamente glissa sulle censure psichiche e facilita ogni esperienza.....anche sessuale


http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1600-eiaculazione-ritardata-piacere-tarda-ad-arrivare.html
[#3] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Vi ringrazio per le tempestive e competenti risposte! Come procedere quindi in questa condizione?