Utente 297XXX
Buongiorno

Vi sottopongo il mio problema

Background
Sono un ragazzo di 28 Anni e negli ultimi 15anni ho vissuto in maniera piu o meno intensa con dei disturbi dell umore quali ansia sociale, distimia e depressione.
Negli ultimi tempi non sono piu stato depresso in maniera tipica (diciamo maliconica), bensi il malessere si limita ad ansia sociale e distimia. Per entrare un po piu nel dettaglio, posso dire che si tratta di uno stato di scontentezza e non apprezzamento per nulla, neppure le attivita che un tempo mi entusiasmavano. Penso che il termine anhedonia si possa usare in questo caso. Il tutto è anche marcato da un umore basso, stanchezza, difficolta cognitive, soprattutto pessima memoria ed estrema difficolta nel seguire ragionamenti di tipo astratto o anche dei semplici calcoli matematici, cosa che non e mai stata un probelma fin d'ora.
Nei mesi precedenti ho assunto per prova i seguenti farmaci: Ritalin, DRI e Tianeptine, un triciclico, e non avevano notevoli effetti. va detto che anni addietro avevo provato un SSRI, che funzionava abbastanza bene per ansia cognizione ma aveva effetti indesiderati sulla sfera sessuale ed emotiva.

Detto questo, veniamo al presente. Nel corso degli ultimi due anni ho spesso fatto prelievi di sangue per controllare i livelli di testosterone: riporto i risultati.

06.2012 ****** 20.4nmol/L , range 9.3 - 34.6
09.2012 ****** 20.0nmol/L , range 9.3 - 34.6
10.2013 ****** 8.1nmol/L , range 9.3 - 34.6
11.2013 ******* 12nmol/L , range 9.3 - 34.6

Lo psichiatra mi mandò da un andrologo dopo il risultato di ottobre 2013, l andrologo poi ripetè il prelievo e il risutlato fu piu alto, in range, ma comunque basso. Mi spiegò che i risultati delle analisi di testosterone, free testosterone e albumina erano interessanti, perche, da quanto ho capito, dovrebbe esservi una sorta di ratio fissa, che pero nel mio caso pareva del tutto sballata.
Mi fu quindi prescritto del di testosterone per tre mesi nel tentativo di mitigare il malessere. Lo applico da un mese e mi sembra di poterne sentire gli effetti, che sembrano positivi, ma non necessariamente quello di cui ero alla ricerca. Inoltre mi lascia un po perplesso il fatto che, un anno fa, il malessere gia sussisteva (seppure non ai livelli attuali), eppure i livelli di testosterone erano elevati e normali.
Inoltre è indice che il mio corpo riesce in condizioni normali a mantenere un livello accettabile di testosterone. Insomma, è accettabile e sensato l'assunzione di questo Testosterone esogeno? Che rischi corro? È possibile che questa cura con la crema mi aiuti a sentire meglio e poi, una volta smessa, come smettendo un antidepressivo, si provi a tirare avanzi senza ma comunque coscienti del rischio di ricaduta?

Grazie tante per aver letto fin qui e per il vostro tempo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che il quadro clinico sia complesso e consolidato nel tempo ma,a naso,senza averla visitata,riterrei riduttivo limitarsi alla semplice valutazione dei valori del testosterone che,nella forma free,non sono significativi per problemi legati ai reagenti utilizzati.Questa ipotesi non impedisce che una terapia esogena con testosterone possa avere effetti euforizzanti che,nel breve e medio periodo,possano giovare al quadro clinico specifico.Ne discuta con lo specialista di riferimento e nel segua i consigli in sinergia con lo psichiatra.Cordialità.