Utente 330XXX
Salve a tutti, vi scrivo per un problema grave che mi si presenta ora. Ieri sera per la seconda volta in non molto tempo il mio ragazzo si è fumato due canne. L'effetto che hanno fatto su di me è stato praticamente nullo, anche perché erano allungate con tabacco. Ma forse perché lui è più debole o più delicato, non le ha rette bene.
Soffre di depressione ed è in cura di psicofarmaci dall'ultimo tentativo di suicidio. Beve regolarmente abbastanza alcool ma ha una buona resistenza, e ha notato che al massimo se ne beve troppo si addormenta.
Ieri sera aveva in corpo tre bicchierini di vodka, una bevanda a 45° gradi e spumante. Poi ha preso un cappuccino, quindi aveva anche caffeina. Due canne nel giro di 3 ore ed è partito. Gli effetti sono stati quelli normali, ma fisicamente sembrava si fosse fatto di eroina. Occhi rossi e lucidi, occhiaie pesanti e contorno nero. Si è addormentato in un bar, voleva fare l'amore su delle luci.. insomma era partito con il cervello, ma continuava a dirmi che stava bene.
Vorrei sapere quanto può essere grave questo mix di sostanze. Ciò che più mi stupisce è che su di me le canne (fumate tanto quanto) hanno avuto un effetto leggerissimo, quanto l'alcool, che non mi ha fatto il minimo effetto (pur essendo io astemia). Non so, forse reggo bene io, meglio, l'ho portato a casa. Però mi preoccupa la reazione che ha avuto. Sareste chiarirmi le idee?
Specifico che la sua età va sotto i 25 anni.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
non c'è cosa più devastante che associare sconsideratamente vari pricipi attivi che agiscono nel cervello come le droghe, gli psicofarmaci e l'alcol (anch'esso uno pficofarmaco o droga benchè legale) con conseguenze completamente imprevedibili dal punto di vista comportamentale e della salute mentale; nello specifico consideri, che oltre all'azione psicofarmacologica di tutte le sostanze utilizzate, riveste particolare importanza il terreno su cui vanno ad agire ovvero i disturbi psichici di base del suo ragazzo che mi sembra non siano irrilevanti