Utente 332XXX
Salve,
Ho 21 anni e ho una vita sessualmente attiva.
Circa due mesi fa sul prepuzio si è manifestata come una sorta di escoriazione, e parlando con il medico di famiglia mi ha prescritto Itraconazolo da assumere una compressa al giorno per 10 gg, e Canesten pomata ad uso topico sul glande da applicare due volte al giorno per 10 gg.
Dopo questo trattamento, la situazione non è migliorata, anzi, sono uscite delle microvescicole rosse (dei puntini per intenderci) sul glande, dunque mi sono rivolto ad un dermatologo della mia città (Taranto), che dopo aver effettuato un tampone risultato negativo alla Candida albicans, mi prescrive una crema al cortisone (Advantan) da applicare due volte al giorno per 7 giorni. La situazione era migliorata ma non del tutto sparita. Dopo aver terminato la cura, la situazione è peggiorata notevolmente. Il prepuzio si era gonfiato di molto e il glande era a chiazze rosse molto accentuate. Essendo fuori per motivi di studio, mi faccio visitare da un nuovo dermatologo, il quale dopo avergli raccontato il trascorso e dopo un attento esame visivo, mi prescrive:
Diflucan 100mg per 7 gg, sol acido borico 3% 3 volte al giorno per 3 gg, Pevisone latte da applicare mattina e sera per 7gg, soluzione 50% olio di oliva in acqua per 10 gg 3 volte al giorno.
Il problema è oggi, in quanto dopo 15 gg dall'ultima cura, la situazione è molto migliorata, ma sono ancora presenti dei puntini rossi sul glande, che mi provocano prurito, e ciò mi provoca grande disagio soprattutto quando sono fuori casa. Vi chiedo un breve consulto, perché, davvero, non ho idea su come possa terminare questa faccenda. Sicuro di un riscontro, confido in Voi.
Vi ringrazio in anticipo.

P.S. Ho effettuato le analisi del sangue pochi giorni fa, e sono risultato negativo a tutte le MST, anche se sto aspettando ancora i valori di glicemia, colesterolo, diabete, ecc.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Una balanopostite come sempre diciamo può avere diverse cause ( www.balanopostite.it ); ovviamente lei ha ricevuto già die terapie che presumiamo accompagnate da precise diagnosi.

Non resta che seguire le terapie e i controlli prestabiliti. Sul. Is ciglio fra acqua e olio non commento sebbene mi rimane difficile pensare che possa emulsionarsi in casa, in virtù della difficile miscibilità dei due soluti. Utile chiarirsi con i suoi dermatologi.

Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio dottore per la tempestiva risposta. Dopo aver seguito l'ultima cura, non ho più prurito nelle zone intime come prima, ma ogni tanto ho qualche leggero fastidio sopportabile. La cosa che mi preoccupa è la secchezza eccessiva del glande e del foglietto interno del prepuzio, ma soprattutto la presenza di microbollicine rosse sulla punta del glande.
Da cosa può essere dovuto? La ringrazio.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Teoricamente anche ad una fase post eczematosa, ma le parlo solo in meri termini teorici.

Utile il controllo Dermovenereologico

Carissimi saluti