Utente 775XXX
Salve gentili Medici,
purtroppo tempo fa ho subito l'amputazione di tre dita della mano destra dopo un incidente in cui la mia mano è stata schiacciata. Le dita perse sono l'indice, il medio e l'anulare. Purtroppo c'è una domanda che vorrei porVi e che non mi da pace.
Quando ho subito questo trauma, sono stato soccorso nei migliori dei modi, è stata chiamata subito l'ambulanza, che in codice rosso mi ha subito portato nell'ospedale specializzato in chirurgia della mano a 30 minuti dal luogo in cui ho avuto l'incidente. Il problema è che una volta arrivato li, mi hanno messo in codice giallo, e sono stato operato dopo 6 ore dall'incidente. Le dita erano praticamente staccate dalla base della mano, avevo solo dei piccoli lembi di pelle nel dorso diciamo. I medici bravissimi hanno riattacato tutto per vedere se si riusciva a recuperare qualcosa, ma alla fine dopo circa due settimane, si è deciso di amputare perchè la circolazione non ha ripreso, e sono andate in cancrena.

La domanda è questa: se l'intervento fosse stato eseguito subito, quante possibilità avrei avuto di avere le mie dita oggi? Quanto può influire una cosa del genere sull'esito finale dell'intervento?

Non riesco a togliermi questa domanda dalla testa,in quanto chi ha operato mi ha detto che avrebbero voluto operarmi appena arrivato al prontosoccorso, e non dopo sei ore, che il mio era un codice rosso e non giallo, visto che all'interno di quella struttura al momento nessuno era in pericolo di vita, e quindi potevo essere operato subito. Mi hanno fatto capire, che probabilmente sono stato vittima di un caso di mala sanità.

In attesa di un vostro riscontro,
buona serata.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

certo, di norma il tempo intercorso tra il trauma e la riparazione è molto importante, ma bisognerebbe vedere per quale motivo i Colleghi, nel suo caso, non hanno ritenuto urgente il trattamento, perlomeno differibile di alcune ore.

Poi, bisognerebbe conoscere nel dettaglio il tipo di lesione vascolare per ciascun dito, se esisteva o meno un minimo afflusso arterioso e deflusso venoso, se è stato tentata o meno una ricostruzione microchirurgica dei vasi o meno.

Buona serata.