Utente 317XXX
dopo un trauma da coito subito a febbraio 2013,nel quale il pene si è piegato violentemente alla base,accuso dolore nel punto incriminato che si è diffuso anche alle gambe.ho fatto visite e ecodoppler penieno dinamico che non hanno evidenziato niente se non un piccolo segno nel punto dolorante(visto con l'ecodoppler).il pene non ha piu' sostegno alla base,e mi è stato detto che sicuramente il legamento sospensorio si è rotto.IL pene ora si piega facilmente anche quando è eretto,e la consistenza è gommosa,mi hanno detto che la rottura del legamento non influisce sulla rigidita' ma solo sull'inclinazione ma io ho letto che serve anche a tenderlo.Vorrei sapere che esami posso fare per capire cosa è successo nel punto dolorante(io da profano sospetto un danno ai nervi visto che il dolore si è profuso fino alle gambe)e se il legamento puo' influire nella consistenza dell'erezione e se è possibile operare per ricostruirlo(adesso noto che la pelle che ricopre il pene risulta piu' abbondante di prima come se si fosse scollata dalla base e anche quando ho l'erezione risulta sempre abbondante e mi da fastidio durante i rapporti perche' viene continuamente tirata avanti e indietro).Ho in programma 2 esami:risonanza lombo sacrale e pess pudendo per indagare sui nervi.Aspetto con molto interesse la vostra competente risposta,grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la rottura del legamento sospensorio può dar luogo al pene "a bandiera",cioè non ancorato all'addome,..Non riterrei possibile una relazione con la sintomatologia riferita agli arti inferiori,né con la diversa evaginazione del prepuzio sul glande.Aspetterei l'esito degli esami programmati per puntualizzare gli aspetti diagnostici.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio per avermi risposto e le volevo porre un'altra domanda:ho letto dichiarazioni di diverse persone sui blog di andrologia che hanno subito la rottura del legamento sospensorio e tutti dichiarano che non solo il pene sbandiera ma lamentano anche erezioni meno vigorose.Il legamento da quello che ho capito non serve solo a tenere unito il pene all'addome ma anche a tenderlo impedendo che si possa piegare.Da quando ho subito il trauma infatti il pene anche quando è eretto,quando trova un po' di attrito tende a piegarsi anche in maniera notevole a meta' dell'asta verso l'alto come se fosse venuto a meno un sostegno che invece prima c'era.So che gli uomini africani sono privi di legamento e guardando film pornografici in cui è presente uno di loro, ho notato che hanno lo stesso problema di flessibilita' come se la consistenza fosse gommosa.Le chiedo se è possibile che ci possa essere un danno anche al legamento fundiforme e quale esame fare per stabilire l'entita' reale del danno e soprattutto se è possibile intervenire chirurgicamente.Questo è un problema che ha cambiato notevolmente la mia vita sessuale che prima era molto appagante.Spero che possa darmi buone notizie,la ringrazio per l'attenzione,saluti.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
….le notizie,buone o meno,vanno l'ascite ad uno specialista reale.Da questa postazione virtuale possiamo rifar i solo ad un esercizio di fantasia…comunque,ci aggiorni dopo aver eseguito gli esami preventivati.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2013
grazie dottore,visto che gli esami li faro fra un po' di tempo,le volevo chiedere qual'è l'iter da da seguire(esami da fare)per decidere se ci sono le condizioni per un eventuale intervento al legamento,mi scusi se insisto su questa linea ma il mio disagio mi impone di trovare (se c'è) una soluzione al problema.Gli andrologi che ho interpellato,non hanno dato tanto peso al fatto ma come le ho gia' scritto in precedenza non è solo una questione di sbandieramento ma anche di vigore dell'erezione e non sono l'unico con questo problema dopo quel trauma.Cordiali saluti.