Utente 110XXX
Vi ho richiesto due consulti in quanto mi è stata ventilata l'ipotesi di un problema di vasodilatazione legato a sintomi di forte stanchezza che soffro nel periodo estivo, ma che mi invalida molto e per quattro/cinque mesi obbligandomi a stare a riposo per molte ore al giorno; mi sono stati respinti entrambi, gradirei sapere il motivo per il quale non mi rispondete, penso che un problema di vasodilatazione sia pertinente la Vs specialità di angiologia, qualora non lo fosse ditemi almeno a chi mi devo rivolgere. Tengo a precisare che è vero che ho richiesto diversi consulti ma è solo perchè non mi è sta data ancora una indicazione seppur di massima di come potrei risolvere il mio problema quindi se ho un problema penso che sia legittimo che mi rivolga a Voi per avere un riscontro seppure nelle consapevolezza che il Vs servizio non può sostituire una consulenza medica diretta. Sarei molto grato per un riscontro, almeno per sapermi regolare in seguito. Distinti saluti-
[#1] dopo  
Dr. Oreste Urbano
20% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Gent.mo Sig., l'astenia alle gambe durante il periodo estivo potrebbe essere espressione di insufficienza venosa agli arti inferiori. Ripeto potrebbe perché non potendola visitare e raccogliere una accurata anamnesi non mi sento di esprimere un parere accurato. Ha varici? E' importante effettuare una visita presso un angiologo che le darà le giuste indicazioni terapeutiche o la invierà presso altro specialista. Cordialmente Oreste Urbano.
[#2] dopo  
110546

dal 2014
Egr. Dott. Urbano La ringrazio per la Sua cortese risposta, ma per ulteriore completezza Le vorrei ancora precisare che nel periodo estivo oltre alla forte stanchezza fisica ed in particolare alle gambe, percepisco anche un senso di confusione mentale ed a volte anche squilibrio che mi impone una camminata incerta; mi sono sottoposto ad un ecodoppler vasi epioartici il cui esito dice questo: minimo ispessimento fibroso parietale degli assi carotidei con spess. medio intimale 0,093-0,095 cm. non si osservano lesioni interne ed esterne che mantengono tracciati nella norma, vertebrali pervie e normodirette. Per gentilezza può darmi un riscontro su questo esito. Sara opportuno che quando mi ricompariranno i sintomi della fiacca alle gambe mi sottoponga ad ecodoppler alle gambe? Le sono ancora grato per un Suo riscontro.
[#3] dopo  
Dr. Oreste Urbano
20% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Gent.mo Sig., l'eco-color-doppler dei vasi del collo da lei eseguito documenta solo un ispessimento della parete dei vasi carotidei. Tale reperto non può essere responsabile di alcun disturbo; è in ogni caso un controllo rigoroso dei fattori di rischio.. Se i disturbi che lei lamenta a carico degli arti inferiori dovessero persistere consiglierei una valutazione clinica dell'angiologo ed eventualmente, su indicazione dello specialista, un ecocolordoppler. Cordialmente Oreste Urbano.
[#4] dopo  
110546

dal 2014
Gent.mo Dottor Urbano Le sono ancora molto grato per la Sua cortese risposta, e certamente seguirò senz'altro la Sua indicazione di fare la visita dall'angiologo, e quant'altro che sara necessario ma poichè temo che con la prossima stagione estiva arriveranno nuovamente i sintomi della fiacca in particolre alle gambe come mi succede già da 2/3 anni Le vorrei ancora chiedere se potrò trovare comunque in fin fine un farmaco o comunque un rimedio in qualche modo al mio problema o se mi dovrò rassegnare a vivere 4/5 mesi con quei sintomi per altro molto invalidanti.- RingraziandoLa sin d'ora La saluto cordialmente.-
[#5] dopo  
110546

dal 2014
Gent.mo Dott. Urbano Le sarei ancora molto grato se mi desse ancora una Sua indicazioni riferitamente alla stanchezza e fiacca estiva in particolare alle gambe dovuta ad insufficienza venosa; in particolare potrebbe dirmi ed è certamente la cosa che più mi sta a cuore se potrò trovare rimedio in qualche modo al mio problema? I rimedi dovrebbero essere dei farmaci? o cos'altro? Le sarei grato ancora molto per un Suo riscontro.
[#6] dopo  
110546

dal 2014
Preg. mo Dott.Urbano , premesso che comunque mi sottoporrò certamente ad una visita dall'angiologo, Le sarei molto grato se rispondesse al mio ultimo quesito circa la possibilità di trovare una soluzione ad una insufficienza venosa ipotizzata. La ringrazio ancora.