Utente 274XXX
Salve,
Sono una donna di 32 anni e cercherò di riassumere il mio calvario che dura da 7 mesi con la speranza di un'indicazione riguardo questa strana situazione.
Circa 7 mesi fa è iniziato un malessere generale. Mal di testa a livello retroculare, astenia,affanno,linfonodi gonfi. Inizio a fare degli accertamenti tutto negativo. Mi tranquillizzo. Una sera mentre ero distesa sul letto avverto come una vibrazione al cuore e come una scossa elettrica al braccio sx ed inizia una forte tachicardia mai avuta prima. Vado al PS e mi dicono attacco di panico. Il giorno dopo mi sveglio con il braccio sx immobilizzato. E dopo qualche minuto con difficoltá a muoverlo si riprende. Nei giorni successivi compaiono delle extrasistole e strani dolori al torace. In seguito a numerosi holter vengo ricoverata. Dall'holter si evidenziano circa 7000 extrasistole sopraventricolari e sottoslivellamento ST con onda T negativa.
Intanto mi sento sempre piu debole. Eseguo prova da sforzo con difficoltá. Esito: dolore toracico a basso carico, anomalie in fase di recupero, recupero lento. Sottoslivellamento ST con onda T negativa.
Mi sottopongono a scintigrafia miocardica,negativa. Ecostress e successivamente coronarografia.
Le coronarie risultano essere sane ma al momento dell'iniezione del contrasto nella coronaria sinistra avverto un dolore toracico terribile. Il dottore mi parla di sindrome X, mi da una cura.
La cura non fa alcun effetto e il malessere peggiora.
Ad oggi mi ritrovo piu debole che mai, nausea, febbricola, battito accelerato, dolore toracico, palpitazioni. Letargia, impossibilità a stare in piedi, vertigini, affanno, bruciore nell'area del seno sx e tra le scapole. Difficoltà a dormire e sudorazione notturna, macchie e crosticine al volto. Cistiti e ora gengive gonfie e denti dolenti. Non nego che sono molto spaventata perche vedo il mio corpo degenerare senza alcuna diagnosi certa. Non presento fattori di rischio. Non fumo, non bevo, non ho valori alterati. Però poco prima di tutto questo ho avuto una forte infezione ad un dente devitalizzato chemi ha causato un ascesso pesante e ho avuto un intervento di rinoplastica con faringite. Dopo un tampone mi hanno trovato lo stafilococco aureo ma dicono non c'entri nulla.
Ora mi chiedevo...può esserci una probabilitá di avere batteri al cuore? Molte persone mi hanno ascoltata e sulla base di tutto questo mi consigliavano un ecocardiogramma transesofageo. Cosa ne pensate? Cosa mi consigliate? Ormai sono ridotta quasi a non potermi piu alzare dal letto. Inoltre sono dimagrita 8 kg senza variare l'alimentazione.
All'inizio di tutta questa storia ho intrapreso una cura per l'ansia pur non sentendomi ansiosa, al.massimo preoccupata per la mia salute. Ma stesso la dottoressa mi disse che fisicamente c'era qualcosa che non andava.
Spero possiate consigliarmi.
Grazie e mi scuso per essermi dilungata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se la coronarografia, come lei riprta è risultata negativa e l'ecocardiogramma normale può escludere che i suoi disturbi dipendano dal cuore....Questo non significa ovviamente che non ha nulla, ma solo che và ricercato altrove e per questo da lontano e senza vsisitarla non posso esserle di ulteriore aiuto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta dottore.
Anche se è presente dolore toracico con corrispondenti alterazioni elettrocardiografiche, la causa potrebbe essere esterna al cuore?
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si, le alterazioni ECG si sono verificate in fase di recupero del test da sforzo e la coronarografia negativa ne esclude l'origine ischemica. parlare di sindrome X nel suo caso mi sembra un pò un azzardo. Non trascuri il problema, ma approfondisca su altri versanti rispetto a quello cardiologico.
saluti