Utente 724XXX
Ho 29 anni e da sempre ho sofferto di episodi di brufoli, magari 1 o 2 soltanto ma grossi e dolorosi. Per anni mi sembrava che facendo la pulizia del viso da una brava estetista,ogni mese,il problema si fosse quasi risolto, se non nei giorni precedenti le mestruazioni. A gennaio 2008 ho avuto un forte sfogo nel mento e sotto il mento, ero gonfissima, mi sembrava di avere tutte le ghiandole della gola gonfie.La dermatologa mi ha diagnosticato un acne papulo nodulare concentrata nella zona del mento e da circa 60 gg assumo Tetralysal(1 capsula la sera),uso Cetafil PG e Isotrexin gel,la sera. Come crema idratante una crema all'acido azelaico. Due domande:1) secondo voi è giusta questa cura per la diagnosi fatta? 2) tra 10 giorni finirò la cura con il Tetralysal, dopo quanto tempo potrò un po' espormi al sole?

grazie per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile Utente non faccia a meno di un'ulteriore visita Dermatologica per cambiare le terapie fotosensibilizzanti in atto, con terapie adatte al suo problema che possano curarla anche durante la stagione estiva.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'Acne papulo nodulare non esiste come entità a sè stante:

esiste piuttosto un'Acne papulo pustolosa associata ad un'Acne nodulare:

in questo caso però e lo dico con un adagio latino:

"Ubi major, minor cessat" : ovvero se esiste un più di un nodulo acneico, la diagnosi deve essere quella di acne nodulo cistica e la terapia varia di molto.

pertanto e per la sua salute, torni a determinarsi con il suo Dermatologo per la sua Salute:

ad oggi l'ACNE di ogni genere e grado si cura e benissimo, ma per farlo occorre una diangosi accurata che segue ineluttabilmente l'ALGORITOMO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO: questo al fine di evitare il mantenimento della stessa e i temibili esiti cicatriziali che possono insorgere.

cari saluti