Utente 724XXX
Ho 29 anni e da sempre ho sofferto di episodi di brufoli, magari 1 o 2 soltanto ma grossi e dolorosi. Per anni mi sembrava che facendo la pulizia del viso da una brava estetista,ogni mese,il problema si fosse quasi risolto, se non nei giorni precedenti le mestruazioni. A gennaio 2008 ho avuto un forte sfogo nel mento e sotto il mento, ero gonfissima, mi sembrava di avere tutte le ghiandole della gola gonfie.La dermatologa mi ha diagnosticato un acne papulo nodulare concentrata nella zona del mento e da circa 60 gg assumo Tetralysal(1 capsula la sera),uso Cetafil PG e Isotrexin gel,la sera. Come crema idratante una crema all'acido azelaico. Due domande:1) secondo voi è giusta questa cura per la diagnosi fatta? 2) tra 10 giorni finirò la cura con il Tetralysal, dopo quanto tempo potrò un po' espormi al sole?

grazie per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente non faccia a meno di un'ulteriore visita Dermatologica per cambiare le terapie fotosensibilizzanti in atto, con terapie adatte al suo problema che possano curarla anche durante la stagione estiva.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'Acne papulo nodulare non esiste come entità a sè stante:

esiste piuttosto un'Acne papulo pustolosa associata ad un'Acne nodulare:

in questo caso però e lo dico con un adagio latino:

"Ubi major, minor cessat" : ovvero se esiste un più di un nodulo acneico, la diagnosi deve essere quella di acne nodulo cistica e la terapia varia di molto.

pertanto e per la sua salute, torni a determinarsi con il suo Dermatologo per la sua Salute:

ad oggi l'ACNE di ogni genere e grado si cura e benissimo, ma per farlo occorre una diangosi accurata che segue ineluttabilmente l'ALGORITOMO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO: questo al fine di evitare il mantenimento della stessa e i temibili esiti cicatriziali che possono insorgere.

cari saluti