Utente 139XXX
Gentili Dottori, sono un paziente di anni 72, portatore di defibrillatore,messo in data 22/05/2013. In data odierna ho fatto un controllo programmato con il seguente risultato: Controllo telemetrico ICD bicamerale SJM, parametri di pacing, sensing ed impedenza nella norma. Non eventi aritmici ventricolari nella memoria del dispositivo. Si effettuano manovre di mobilizzazione attiva, passiva e contro carico degli arti superiori in assenza di artefatti sui canali senzing/stimolazione. Disfunzione del nodo del seno (assenza di ritmo atriale spontaneo in modalita' DDI 30 con emergenza di ritmo giunzionale ) e ridotta riserva conduttiva del nodo AV ( Conduzione AV 2.1 a ciclo di pacing atriale di 700 msec ). Si riprogramma dispositivo con accorciamento degli intervalli AV ( da 350 a 225 msrc post pacing ).attivazione ricerca AV e aumento risposta cronotropa allo sforzo. Conclusioni: malattia binodale in paziente con documentazione di artimie ventricolari. Terapia consigliata: Inizia metoprololo 100 mg 1/2 cp ore 8, 1/2 cp ore 20.Si consiglia: dosaggio TSH e profilo lipico - controllo funzionalita' renale con elettroliti e Mg a cadenza trimestrale - Misurazione frequente dei valori pressori. Alle mie domande mi e' stato risposto che il sistema elettrico del cuore era un po' sceso, pertanto la cura farmacologica serve per cercare di mantenere la malattia sotto controllo e cercare di stabilizzarla, cosi' come la riprogrammazione ICD. Poiche' finora non mi hanno mai dato nessuna medicina da prendere, secondo un Vostro parere, e' peggiorata di molto? Tale terapia e' strettamenre necessaria? Tengo a precisare che non ho mai avuto e non ho nessun sintomo. Ringrazio per una Vostra cortese risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se lei è portatore di un ICD certo non ha un cuore sano.....
Peggioramenti della patologia ???? non posso darle alcuna risposta poichè non conosco la sua situazione pregressa. Questa domanda deve ovviamente porla ai colleghi che la stanno seguendo. Si affidi con serenità perchè mi sembra che lei sia ben seguito.
Cordialità