Utente 724XXX
Buongiorno,
Ho trascorso un paio di giorni di intensa attività sessuale e fino a stamane non ho avuto, ovviamente, alcun tipo di "conseguenza" o problema visibile.
Appena sveglio ho avuto il forte desiderio di procurarmi da solo un orgasmo, ma ho avuto un po' di difficoltà a raggiungere l'eicaulazione, tant'è che è durata molto e che ho stressato ulterioremente il pene stringendolo con forza, ma non troppa, credo.
Fatto sta che dopo aver finito ho avuto il normale calo d'erezione e dopo qualche minuto l'aver raggiunto lo stato di riposo ho riscontrato uno strano rigonfiamento sul pene, vicino la base del glande. Il problema è che il suddetto ingrossamento (a mo' di palloncino) non mi permette di liberare il glande dal prepuzio: problema che comunque è sempre stato presente nella conformazione del mio apparato, ma che non mi ha mai dato grosse difficoltà di "scappellamento", specialmente in stato di riposo.
Non vi nascondo che sono piuttosto preoccupato, poiché non riesco a capire da cosa possa dipendere.
Spero possiate tranquillizzarmi.
Vi ringrazio anticipatamente.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il problema potrebbe riferirsi ad un difficoltoso ritorno linfatico che é abbastanza frequente particolarmente quando si ha un frenulo breve e ci si trova coinvolti in un'intensa attività sia coitale che masturbatoria.Comunque ne approfitti per consultare un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 724XXX

Iscritto dal 2008
Non ho, purtroppo, la possibilità di farmi controllare in tempi immediati. Cosa mi consigliate? Non ho capito se è molto grave, se bisogna fare qualcosa e se e in quanto tempo tornerà tutto alla normalità.
Se mi dite che devo farmi controllare da un esperto andrologo significa che c'è da preoccuparsi...
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...può tranquillamente attendere che ritorni spontaneamente alla condizione "quo ante".Ci faccia sepere tempi e modi.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 724XXX

Iscritto dal 2008
Ho fatto scorrere un po' di acqua fredda sul gonfiore. Non so se è solo un fattore psicologico, ma lo vedo poco più sgonfio. E' possibile? Comunque, valutavo che non posso lavarmi il glande: può essere controproducente?
Perdonate il mio allarmismo..