Utente 333XXX
Buonasera dottori,
sono un ragazzo di 31 anni che come attività sportiva fa sala pesi (non ad alto livello). Non fumo e non sono sovrappeso. Premetto che soffro, in alcuni periodi, di extrasistoli e sono un tipo ansioso.
A dicembre, per il rinnovo del certificato non agonistico, ho fatto un ECG di routine: nulla di strano è uscito e il certificato di sana e robusta costituzione mi è stato rilasciato.
Ho eseguito per completezza un ecocardiogramma color doppler a gennaio, per semplice controllo, poiché erano molti anni che non lo eseguivo.
Il risultato di quest'ultimo accertamento è stato:
Setto IV 9mm
Diametro VS 48mm
Par. Post. VS 8mm
Fraz. Eiez. 65%
Diametro Aortico 31mm
Atrio sinistro 36mm
(questi sono i soli dati che ho compilato nella scheda rilasciatami)
E il referto enuncia:
Ventricolo sinistro di normali dimensioni
Normali spessori parietali
Contrattilità globale e segmentaria conservata
Radice a ortica di normali dimensioni
Atrio sinistro di normali dimensioni
Non alterazioni morfo-funzionali a carico degli apparati valvolari
Atrio destro di normali dimensioni
Ventricolo destro di normali dimensioni con ACCENTUAZIONE DELLA TRABECOLATURA VENTRICOLO DESTRO NORMOCONTRATTILE (questa l'ho evidenziata io)
Assenza di versamento pericardio

Si richiede RM cardiaca

Allarmato da questa cosa e dai giri su internet (che arma a doppio taglio che è il web...), il medico di base, sotto indicazione dell'ecografista che ha fatto l'eco, mi ha prescritto la risonanza magnetica.
Effettuata questa a febbraio, il referto è stato:
L'esame è stato eseguito nelle sole condizioni basali con tecnica cine RM secondo i piani di scansione asse lungo 2, 3 e 4 camere ed asse corto biventricolare. Lo studio è stato integrato con scansioni TSE B/B T2-T2 STIR secondo asse corto biventricolare.
Lo studio documenta un ventricolo di sinistra di regolare morfologia e dimensioni con un DTD a livello basale di 48mm. SIV a livello delle porzioni basali presenta uno spessore massimo di 10mm. Conservati spessori parietali dei restanti segmenti del ventricolo di sinistra con conservata cinetica. Si documenta una modica accentuazione della trabecolatura subendocardica a livello dei segmenti medio-apicali che non risponde ai criteri di miocardio non compatto all'attuale controllo.
Lo studio funzionale del ventricolo di sinistra ha documentato una FE 68.4%, un VTD di 121.8ml e un VTS di 38.4ml.
NULLA DA SEGNALARE A CARICO DEL VENTRICOLO DI DESTRA (sempre evidenziato da me). Non si documentano segni di insufficienza valvolare atrio-ventricolare. Regolare rappresentazione di entrambe le camere striali.
Non difetti di riempimento a livello delle camere cardiache.
Bulbo aortico con DTM di 30mm. Conservata la giunzione seno tubolare con dtm 26.5mm. Valvola aortica normoconformata e normocontinente.
Nulla di significativo da segnalare a carico del pericardio.
Lo studio con sequenze TSE T2-T2 STIR non documenta alterazioni focali ovvero diffuse nel contesto del miocardio ventricolare.

A giugno circa, ho cominciato ad avvertire extrasistoli che arrivavano solo nel momento del riscaldamento sul tapis roulant, al momento del riposo tra una serie e l'altra, e raramente all'immediata partenza di una nuova serie; mi è capitato di provarne molte anche durante una partita di calcetto (eravamo tra parenti, quindi per nulla agonistico come ambiente) e la cosa mi ha cominciato ad allarmare. Proseguendo nell'attività fisica, sentivo che oramai il periodo delle extrasistoli a riposo era passato ed erano rimaste solo quelle sotto sforzo (quasi come se oramai le attendessi da un momento all'altro).

Ora, ho dovuto rieffettuare il certificato medico, e con la scusa delle extrasistoli, ho chiesto al medico di base di fare questa volta una prova da sforzo, non avendola mai fatta in passato per l'attività fisica.
Effettuato questo controllo, sono avvenute queste fantomatiche extrasistoli, sentendole anche molto più frequenti di quando solitamente mi riscaldo prima di allenarmi.
In questo caso, il referto è stato:
Il test da sforzo eseguito al Cicloergometro è stato interrotto al 92% della FCMT per esaurimento muscolare. Carico di base 25W, incremento di carico 25W, intervallo di carico 1 minuto. Carico massimo di lavoro: Watt 175. All'acme dello sforzo: FC 175b/min, PAS 200/90mmHg, DP 35000.
Tratto ST-T: assenza di anomalie significative.
Angor: no
ARITMIE: BEV MONOMORFI ISOLATI (anche questa evidenziata da me)
Turbe di conduzione: no
Conclusioni:
Il test di tipo massimale per la frequenza cardiaca (92% FCMT) non ha messo in rilievo segni elettrocardiografici compatibili per ischemia miocardia da sforzo al carico di lavoro tollerato (DP=35). Normale capacità di lavoro fisico.

Ho portato tutti i test a un cardiologo, che ma ha detto di stare tranquillo e pensare a godermi la vita, che non ho assolutamente nulla. Il tutto, diagnosticato senza Holter. Dissi al cardiologo dell'Holter, ma mi disse che secondo lui non c'era bisogno, ma se lo volevo fare io per stare più tranquillo me l'avrebbe potuto far fare.
Secondo voi, questi referti che vi ho mostrato, possono in qualche modo dare spiegazione delle mie extrasistoli? Posso escludere qualche patologia cardiaca con questi esami che ho effettuato e cominciare a sospettare più fortemente che esse siano solo che benigne?
Le extrasistoli sotto sfprzo, possono essere solo benigne? Oramai vivo con la paura e la loro attesa mentre mi alleno. Mi sono allarmato girando su internet e leggendo i vari forum o commenti. Delle volte mi trovo a meditare di abbandonare per paura l'attività fisica: comincio quasi a temerla...!

Vi ringrazio del tempo dedicatomi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può stare tranquillo.Non c'è motivo per continuare a "girare" su internet alla ricerca di risposte a domande che non meritano di essere formulate.
Stia tranquillo.
Cordialità