Utente 300XXX
buongiorno dottore da quando ho 10 anni mi ritrovo con il dito indice della mano sinistra deformato e storto che tende ad allargarsi verso esterno ma non provavo dolore al dito..
ora invece passati diversi anni il dito comincia a farmi male in diversi giorni ogni mese e noto che la deviazione è aumentata
ho fatto una risonanza più tac 3d con i seguenti risultati:

esame risonanza esisto

aspetto come ruotato esternamente rispetto al proprio asse longitudinale delle falangi del II raggio
Sufficientemente definibili dei tendini mm.flessori ed estensori .
Area di lieve e sfumato adema midollare si apprezza a carico della falange distale del II raggio .
Non evidenti ulteriori alterazioni di segnale a carico dei restanti segmenti scheletrici visualizzabili.
Non si apprezzano alterazioni di morfologia, segnale e trofismo a carico dei gruppi muscolari della reg. anatomia presa in esame

esame tac esito

segmenti ossei sostanzialmente in asse
aspetto traslato lateralmente del tendine flessore del II dito in corrispondenza delle ultime due falangi .
il dito presenta una deviazione assiale con atteggiamento in supinazione dell'indice e clinodattilia a livello IFP,dolorabilità a livello lato ulnare dell'IFP

Vorrei il parere di più medici per rispondere alla mia domanda
sarebbe possibile con un intervento chilurgico correggere la deviazione e far diventare il dito dritto ??
Sarebbe un intervento normale con ottime riuscite o pericoloso nel senso poi possa peggiorare?

ringrazio a tutti i dottori che risponderanno

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Condivido quanto il dr. Leccese Le ha già detto nel precedente consulto. Qualsiasi intervento può presentare rischi di complicazioni anche se ben eseguito. Per questo occorre valutare bene quali possono essere i disagi attuali e quali sono le aspettative, per poterli confrontare con i possibili risultati, in modo da capire se l'intervento è giustificato e soprattutto se i benefici supereranno i rischi. Non so chi Le abbia prescritto tac e rmn, ma la sola lettura del referto non consente di poter avere gli elementi per esprimere a distanza un parere che esige prima di tutto la valutazione del quadro clinico con la visita diretta e poi anche la visione delle immagini. Per avere il parere di più medici bisogno che Lei li contatti direttamente facendosi visitare, perché a distanza è impossibile dire di più. Per ora mostri le immagini di Tac e Rmn allo specialista che ha prescritto gli esami perché le integri con quanto emerso dalla visita e decida il da farsi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio per la sua risposta dottore capisco che a distanza dare pareri risulta difficile cmq il dottore che mi ha proposto tac e risonanza opera presso modena chilurgia della mano sono in attesa di riessere ricontrollato con gli accertamenti
quello che volevo sapere e se può dirmi che tipo di intervento dovrei fare ?
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E come potre sapere che tipo di intervento dovrebbe fare? Ho scritto poche ore fa "la sola lettura del referto non consente di poter avere gli elementi per esprimere a distanza un parere che esige prima di tutto la valutazione del quadro clinico con la visita diretta e poi anche con la visione delle immagini"
Cordiali saluti