Utente 333XXX
Nell'ultimo semestre ho notato una riduzione della potenza nella fuoriuscita del liquido seminale durante l'eiaculazione (non la riduzione della sua quantità) e capita, a volte, che io debba spremere il glande per far fuoriuscire una parte del liquido seminale rimasto all'interno.
Per questo motivo ho deciso di effettuare le analisi del sangue e delle urine, tutti i valori sono risultati essere nella norma anche se viene sottolineata la presenza di tracce di muco nelle stesse tramite microscopio.
Premesso che non riscontro alcuna difficoltà ad urinare (anche se capita solamente alcune volte, non sempre, un bruciore durante la minzione, bruciore che non riscontro mai durante i rapporti sessuali).
Ci tengo a sottolineare che non presento inoltre perdite di liquidi maleodoranti dal pene o alcun tipo di prurito, le urine non hanno variato il loro colore od odore.
La mia domanda principale è la seguente:vi è una connessione tra la permanenza parziale dello sperma nell'uretra, il bruciore sporadico durante la minzione e le tracce di muco nelle urine?
Si potrebbe inoltre ipotizzare tramite questi sintomi la presenza di una MST? Il medico di base che ho consultato ha banalizzato parlando di infezione alle vie urinarie ma non ha approfondito la questione. (Sono fidanzato da un a nno con una ragazza con cui ho dei rapporti anali non sempre protetti, probabile che l'infezione sia dovuta ad un germe delle feci?)
Ringrazio anticipatamente i medici che mi daranno una risposta
Giorgio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la prostata produce oltre il 50% del liquido seminale,per cui,oltre che consultare un andrologo,La inviterei ad eseguire un'ecografia delle vie seminali (prostata e vescicole seminali),uno spermiogramma con coltura,un tampone del secreto uretrale ed un'urinocoltura con antibiogramma.Va da se che l'apparato genitale possa non riconoscere germi dell'apparato digerente che,ricordo,inizia dalla bocca e termina con l'orifizio anale…Cordialità.