Utente 173XXX
Salve,
ho letto che la diagnosi di ernia è "materia"del chirurgo---Da molti mesi, siamo oltre l'anno, ho dolori all'inguine destro, dallo scroto alla faccia anteriore della coscia, esattamente il perimetro coperto dall'elastico di uno slip... Il dolore non è costante, si presenta come fitte, è tollerabile, pulsante. Ha periodi ingravescenti e remissioni.
Non faccio sport da mesi, ho osteopenia, anca destra a scatto (ne fa 3 di scatti) e un problema al piede destro per il quale mi sono autodiagnosticato un Morton.
Si perchè se uso scarpe da ginnastica il fastdio è minimo, al piede, se uso mocassini o vado a piede scalzo all'atto di propulsione sul piede avverto una scossa elettrica, inn zona mediana fino al mignolo. Quando avverto questo problema se stringo il piede fa un clac e il dolore scompare..... Possibile che una postura scorretta, meglio un camminare scorretto mi dia problemi anche all'anca/inguine?
Il mio curante mi ha prescritto su stessa ricetta una eco inguinale e una muscolotendinea....anche lui un po' perplesso su quale possa essere l'origine del dolore....
Vi chiedo se devo prenotarle ambedue o se una sia più specifica di una altra per la zona in cui avverto dolore...
Inoltre, è necessario che io mi sforzi molto, cammini molto per arrivare a fare la eco con le fitte di cui parlavo o il problema si riscontra lo stesso anche in un periodo di remissione?
Chiedo inoltre se a titolo di cortesia potro' chiedere all'operatore della eco di dare una visione veloce sotto la pianta del piede.... un eventuale neurinoma è subito evidente?
Grazie e scusate la confusione ma volevo dare un quadro completo...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La sintomatoolgia riferita non e' tipicamente associata all' ernia inguinale .Prego.
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, di fatto non ho "rigonfiamenti" apparenti e se procedo con autopalpazione non ho segni di dolenzia, nè in zona inguinale nè in zona testicolo...
Considerando che il probema è cronico e secondo me deambulo male a seguito di una frattura astragalica, piede semipiatto e verosimile neurite potrebbe essere una pubalgia...penso alla deambulazione perchè non pratico sport da un po' e non era sport di movimento
Intanto prenoto la musoclotendinea, grazie dottore