Utente 333XXX
Buongiorno,
volevo sapere se vi sono delle possibili controindicazioni nell'effettuare il trattamento di pressoterapia. Io ho una "lieve cellulite e pelle a buccia d'arancia" sui glutei, non sono in sovrappeso e per migliorare questo insestetismo volevo provare la pressoterapia.
Io assumo dei farmaci per attacchi di panico (Xanax 1 compressa da 0,5 e Surmontil 7 gocce) solo la sera prima di coricarmi, inoltre ho un lieve prolasso alla valvola mitralica.
Grazie molte

[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
Gentile utente, non direi. Anche la presenza del prolasso non incide su questo tipo di trattamento. E' comunque sempre utile la valutazione del medico
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

a completamento di quanto già suggerito dal dott. Graziano Le allego il link di un interessante ed esaustivo articolo su questa metodica, pubblicato su questo sito


http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/93-pressoterapia-sequenziale.html


Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Grazie molte per i preziosi consulti, effettivamente ho un po di timore nel sottopormi a questa tecnica. Secondo voi potrebbe essere un'alternativa il massaggio manuale anticellulite abbinato a creme specifiche?

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

quando si parla di cellulite (Pannicolopatia edemato fibro sclerotica) ci si riferisce ad un complesso di caratteristiche alterazioni anatomo-funzionali che si sviluppano a partire dal tessuto dermo-ipodermico, per poi coinvolgere anche il tessuto adiposo sottostante e l'epidermide.

La cellulite nasce, quindi, come trascurabile inestetismo per trasformarsi, attraverso successivi stadi evolutivi, in una vera e propria malattia.

Per questo è fondamentale, attraverso una valutazione Medico-estetica, conoscere il substrato anatomico in cui si insedia e la progressiva evoluzione delle alterazioni che la caratterizzano; ciò è essenziale per un approccio consapevole al suo trattamento ed alla sua prevenzione.

Inoltre, sempre attraverso la suddetta visita, devono essere focalizzati i vari fattori (predisponenti, determinanti e scatenanti) che, variamente combinati fra loro, agiscono per modificare in senso patologico le varie aree dell'organismo interessate.

Da quanto suddetto, spero si renda conto che alla Sua richiesta

(..)Secondo voi potrebbe essere un'alternativa il massaggio manuale anticellulite abbinato a creme specifiche?(..)

si potrebbero dare tante e diverse risposte, generiche e vaghe con conseguenti risultati terapeutici inutili...

Se davvero vuole affrontare l'inestetismo più diffuso nel sesso femminile, con risultati gratificanti ed evidenti, dovrebbe rivolgersi al Medico che generalmente se ne occupa (Dermatologo, Medico Estetico, Chirurgo Estetico) per una corretta e personalizzata valutazione.

Con l'auspicio di aver fatto un minimo di chiarezza, Le auguro una buona giornata.


Prego.
Cordialmente.