Utente 333XXX
Salve dottori,
sono un ragazzo di 24 anni e sabato sera, sentendo da ormai quasi 24 ore dolore al torace(soprattutto quando respiro), ho deciso di recarmi al pronto soccorso. 5 mesi prima ho avuto un episodio analogo, ma il mio medico di famiglia mi disse che probabilmente era dovuto ad una incrinatura di una costola; mi diede un antibiotico e dopo qualche giorno mi passò tutto.
Comunque, dopo vari esami, tra cui prelievi del sangue, lastra, elettrocardiogramma e ecocardiografia, il cardiologo del pronto soccorso mi dice che c'è il sospetto di una pericardite.
Qui di seguito riporto tutto ciò che mi è stato riferito dagli esami: atrio e ventricolo destro ndr. Atrio sx di dimensioni normali. Ventricolo sinistro di dimensioni normali. Cinesi regionale e globale del ventricolo sinistro di dimensioni normali. Mitrale regolare per morfologia e motilità. Aorta e semilunari ndr..Non valvulopatie associate di rilievo. Non versamento pericardico.
Inoltre gli esami del sangue dicono che va tutto bene, a parte dei valori che indicano una infiammazione. Leggo sul referto medico un esame particolare alla Troponina-T che dà 0,004.

Ora la terapia che mi è stata data è 30 giorni di aspirina, il cardiologo dice di non preoccuparmi che dovrebbe essere una "influenzina", a quanto pare un problema di natura virale. Anche il mio medico di famiglia mi dice che non devo assolutamente preoccuparmi e che non si tratta di pericardite. Ora mi chiedo: devo preoccuparmi o no? E' davvero pericardite? Sarebbe meglio fare ulteriori controlli una volta terminata la terapia?
P.s. dopo qualche giorno di aspirina, mi sento decisamente molto meglio.

Perdonatemi se mi sono dilungato, sono abbastanza paranoico.
In attesa di risposte, distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non c'è nulla, da quanto riporta, che permetta una diagnosi di pericardite (forse era un sospetto del collega prima di avere i risultati degli esami).....
Si tranquillizzi e segua le indicazioni che le sono state date.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Va bene, grazie mille dottore per la tempestiva risposta. Un'ultima cosa:c'è forse qualche dettaglio che posso riferirle dai fogli del pronto soccorso per darle più dati? Perchè io leggo "diagnosi: pericardite" e a questo punto non capisco.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non so....
Forse qualche delucidazione avrebbe potuto chiederla a chi le ha posto questa diagnosi. Io comunque al suo posto starei più tranquillo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
La informo su un avvenimento. Dato che non ero ben sicuro di cosa avessi, l'altra notte son andato in un altro pronto soccorso e mi hanno rifatto tutti gli esami. La dottoressa mi conferma che è una pericardite di natura virale e che non devo assolutamente preoccuparmi. L'unica cosa che non ho capito è che mi ha cambiato la terapia: piuttosto di continuare con l'aspirina 750 mg mi ha dato Brufen 600 mg, dice che dopo un po' bisogna cambiare. Secondo lei perchè? Grazie comunque di tutto dottore.
[#5] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
In attesa di una sua risposta, ne approfitto per ringraziarla molto per il tempo dedicatomi.
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, visto che il problema della pericardite è stato confermato, lei ha bisogno di essere seguito da uno specialista cardiologo di fiducia che valuti l'evoluzione del problema. Le possibilità di guarigione sono molto alte e i farmaci che le sono stati finora prescritti aiutano a tollerare il dolore pericardico.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
In settimana ho l'ecocolordoppler di controllo. Grazie di tutto dottore.
[#8] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore, le scrivo per informarla sulle novitá. Sono andato a fare un ecocardiogramma di controllo in ospedale e il cardiologo mi ha detto che va tutto bene e non c'è nemmeno versamento del liquido. Mi è stato detto che si è trattata di una "influenzina" e che non ho bisogno di ulteriori controlli. Per la terapia mi ha detto di non prendere più nulla perchè per lui sono a posto così; io avverto un leggero fastidio, a volte, quando inspiro e basta. L'ho avvisato ma mi è stato detto che non ho bisogno di altre terapie. Io pensavo di andare dal mio medico di base per chiedere consiglio. Lei cosa mi consiglia invece?
Grazie per la disponibilitá.
[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi sembra che lei affermi tutto e il contrario di tutto....fin dal primo momento personalmente mi ero fatto l'idea che lei non avesse alcuna pericardite, ma la sua insistenza e la diagnosi riportata del PS mi hanno fatto orientare diversamente. Ora se un cardiologo (quindi uno specialista del settore) l'ha esclusa e le ha detto di stare tranquillo non vedo motivi per non credergli...io a distanza non ho la palla magica per dire di più di quanto non le ha detto il collega. Mi sento di tranquillizzarla definitivamente.
Saluti