Utente 105XXX
Buongiorno,
ho 28 anni e facendo una visita cardiologica il medico mi ha refertato alcun segno di cardiopatia in atto e turbe della conduzione intraventricolare DX. Essendo soggetto tachicardico assumo biancospino che ha un effetto nel ridurre la frequenza cardiaca in capsule da molti mesi ma solo ora scopro che è sconsigliato in soggetti con disturbi della conduzione ...è il caso di evitare l'assunzione? Cosa ne pensate a tal riguardo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le sue turbe della conduzione sono intraventricolari (e probabilmente non hanno alcuna importanza clinica). Non so se il biancospino crei problemi sulla conduzione nodale (non è una terapia della scienza medica), ma in ogni caso lei non ha problemi di conduzione nodale.
Saluti