Utente 308XXX
Salve, sono un uomo di 45 anni, m 1,80x65 Kg. "Ex" sportivo. Tempo fa avevo chiesto un vostro parere sulla rapida comparsa e aggravamento delle vene ai polpacci. A distanza di un paio di mesi la stessa cosa è accaduta anche agli arti superiori. Ora appena mi alzo mi ritrovo con vene di piedi, polpacci, braccia, avambracci e mani molto gonfie. Per intenderci lo spessore delle vene del dorso delle mani può raggiungere 5 mm. Dopo molti disturbi sofferti alle gambe, ora sento un costante fastidio all'interno delle braccia subito sotto il cavo ascellare. Al risveglio non ho sensibilità alle mani. Stando in posizione orizzontale tutto si attenua.
I primi sintomi sono cominciati ad un polpaccio 10 mesi fa. Da allora la progressione è stata inarrestabile. Negli ultimi due mesi ho perso 10 kg.
Nessun familiare soffre di questa malattia.
5 mesi fa il medico di base mi ha prescritto un esame ecodoppler agli arti inferiori. La diagnosi è stata: "Incontinenza del sistema valvolare profondo e degli osti safeno femorali e varici agli arti inferiori bilateralmente".
2 mesi fa, visto l'aggravarsi dei sintomi, mi sono rivolto ad uno specialista. Per l'esame mi ha fatto stare in posizione eretta. Tutte le vene dei piedi e polpacci erano molto dilatate e doloranti. La diagnosi è stata: Vene arti inferiori a decorso superficiale. L'esame doppler CW ed eco-color doppler evidenziano safene interne non dilatate, continenti, senza evidenza al reflusso in ositali. Non evidenza di perforanti incontinenti . Globalmente non segni clinici o strumentali di insufficienza venosa.
Sono rimasto di stucco.
L'euforia dell'ultima visita è durata giusto il tempo di andare a casa per togliermi le calze elastiche. Sono poi tornato alla realtà quando ho provato a fare jogging. Abituato come ero alla corsa di 15 km, dopo 10 minuti di camminata veloce mi sono dovuto fermare per dolori interni e bruciori superficiali alle gambe.
Da allora ci si sono messe anche le braccia.

Detto questo vorrei porre alcune domande.

Questo andamento è tipico dell'insufficienza venosa o ci posso essere altre cause es. malattie rare, tumori, cuore ...? Consigliate esami del sangue particolari?

Come è possibile che due medici non si trovino affatto d'accordo su un esame strumentale? L'eco doppler è così difficile da interpretare?

Dando per scontato che dovrò chiedere un terzo parere medico, avete idea di quello che mi sta accadendo?

Grazie


[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
L'evidenza di vene superficiali visibili e dilatate è frequente in soggetti che esercitano attività sportive, soprattutto del tipo da Lei descritto.
Per il resto vale quanto segnalato nel precedente consulto
http://www.medicitalia.it/consulti/Chirurgia-vascolare-e-angiologia/384867/Forte-ingrossamento-di-tutte-le-vene-dei-polpacci-in-pochi-mesi