Utente 270XXX
Buongiorno,
il mio occhio sinistro è affetto da coloboma a livello della retina.. mi sono sempre chiesta se esistono interventi chirurgici che in qualche modo risolvono o migliorano il problema, dato che a causa di questa malformazione l''occhio vede molto male (1-2 gradi e non correggibili). Inoltre vorrei sapere se questo problema potrebbe essere motivo di stress per l''altro occhio o causa di mal di testa (che mi viene spesso nella zona della fronte a sinistra proprio sopra l''occhio, ma comunque ho spesso emicranie anche in altre zone della testa o diffuse). Se è possibile vorrei anche capire se questo problema influisce sulla possibilità di donare il sangue o no (nel mio caso il plasma perchè ho l''emoglobina e i globuli rossi sempre al limite). Durante una visita preliminare alla donazione infatti, un medico mi ha detto che non avrei potuto eseguire la donazione a causa di questo problema perchè a livello di pressione sanguigna potevano esserci dei problemi..per l''altro occhio (sono miope, la lente destra è da 6, l''altra è pari peso) sinceramente io non ho ben capito, anche dopo aver chiesto più volte spiegazioni, perchè quel medico paragonava il mio coloboma al suo distacco della retina da trauma che non le permette di donare il sangue. A mio parere, di certo non professionale, una malformazione congenita è ben diversa da un evento traumatico...Inoltre io avevo già consegnato tutti i documenti che accertavano che la mia situazione è del tutto stabile e che non porta e non mi ha mai portato nessun tipo di problema.. Vorrei un vostro parere, grazie
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,

Purtroppo il coloboma retinico, difetto congenito legato ad un'alterato sviluppo del bulbo oculare, non può giovarsi né di terapia medica né di terapia chirurgica. Le condizioni di salute dell'occhio controlaterale vanno monitorate periodicamente, al fine di evitare possibili "stress" da affaticamento visivo e per prevenire eventuali, ulteriori disturbi.

Non ci sono, dal nostro punto di vista, controindicazioni per le donazioni di sangue: il coloboma, come da Lei giustamente ipotizzato, non è comparabile ad una malattia del tutto diversa come il distacco della retina.

Buona serata,
ap

Approfondimenti sul coloboma: http://www.oculisticapascotto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=176
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la disponibilità. Mi chiedo allora perchè quel medico non mi abbia fatto donare il sangue...suo personale spavento per l'incidente avuto? Può essere, siamo tutti umani però francamente mi pare strano..soprattutto mi infastidisce un po' che si debba rinunciare ad una donazione, per questo motivo, SE COSì FOSSE!!
[#3] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
La medicina di oggi si basa sull'Evidenza Clinica. Nel dubbio, è facile (e giusto) dire di no però, sinceramente, non trovo nessun motivo che possa far impedire di donare sangue a chi è nato con un coloboma congenito.

Saluti!