Utente 219XXX
Buongiorno,
faccio un lavoro sedentario (tutto il giorno al computer), ma per il resto cerco di fare una vita attiva (cammino molto e vado in palestra).
Proprio in palestra, 3 mesi fa, dopo un esercizio di “iperestensioni” ho accusato un forte dolore lombare durato diversi giorni, che mi ha costretto a prendere antiinfiammatori e antidolorifici.
Nonostante io abbia eliminato quell’esercizio, a volte si ripresenta un dolore (soprattutto quando sto a lungo in piedi o seduto) che ha indotto il mio medico a farmi fare una radiografia e poi una risonanza, col seguente risultato:
"Discopatia degenerativa a livello L5-S1 con riduzione dello spazio intersomatico, protrusione discale circonferenziale anulare contenuta. Alterazioni artrosiche dei massicci articolari."
Tenendo conto che ho anche la scoliosi, come posso evitare che la situazione peggiori e nel contempo prevenire i dolori?
Grazie in anticipo a chiunque voglia darmi un parere.
Stefano
[#1] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
16% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Il miglior modo per poter prevenire gli episodi di lombalgia acuta di fronte ad una degenerazione discale lombare (nel suo caso si tratta dell'ultimo disco lombare, L5-S1) è dedicarsi regolarmente ad una attività fisica destinata al mantenimento della tonicità e dell'elasticità della muscolatura addominale, rachidea e degli arti inferiori da eseguire eventualmente presso una struttura qualificata in trattamenti fisioterapici. A questa, possono essere associate eventuali sedute di massoterapia del rachide lombare, utili soprattutto nei momenti di acutizzazione del dolore.
Il disco degenerato/disidratato L5-S1 nonché i processi articolari corrispondenti che risultano affetti dai processi artrosici descritti nella RM possono comunque essere responsabili di eventuali futuri episodi di lombalgia acuta, ma una adeguata attività fisica di mantenimento può diminuire il rischio di eventuali recidive.
Se in futuro il quadro presenta un aggravamento in termini di intensità e/o frequenza potrebbe essere indicato eseguire una visita specialistica ortopedica.

Cordiali saluti