Utente 334XXX
Buongiorno, circa due anni fa ho iniziato ad avere dei problemi: bruciore generale del glande, bruciore durante la minzione con lo stesso effetto che si ha se si trattiene per molto tempo l'urina, continuo senso di dover urinare e difficoltà erettive. Feci molti esami (esame delle urine, esami del sangue, tampone, uroflussometria, ed una visita completa da un urologo). Tutto diede esito negativo. Il medico mi prescrisse una cura a base di EZEREX, da prendere una volta al giorno a digiuno, che diede i risultati sperati. Da qualche mese sono ricomparsi nuovamente gli stessi sintomi, con l'aggiunta di sporadico prurito della parte interessata ed un senso di "compressione" del pene. Ho rifatto la cura a base di EZEREX, senza ottenere però alcun miglioramento. Da un mese non bevo più caffè, vado in piscina 3 volte alla settimana, qualche volta pratico corsa, ma in maniera leggera in quanto ho un' infiammazione del nervo sciatico che sto curando. Fumo una decina di sigarette al giorno. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
per intanto non fumi che ci prende comunque. Quanto a quello che descrive sembra un deficit erettile secondario ad una qualche forma infiammatoria. Dal momento che nulla è cambiato con la terapia già risultata efficace si può pensare o ad un addravamento della patologia (che necessità di terapie più forti) oppure al sovrapporsi di altre cause: psicogene, circolatorie od ormonali. Senrta il collega.