Utente 406XXX
Mia suocera ha problema cardiaci e deve prendere il Coumadin(anticoagulante).Il dottore le ha vietato dei cibi tra i quali verdura a foglia larga.(e' ghiottissima di verdura)
Mio padre anni fa a avuto lo stesso problema:cioe' prendeva il coumadin(adesso prende la cardioaspirina per altri problemi)ma nessuno le a vietato niente.
Ci puo' essere un motivo per queste differenze o e' solo un esagerazione del dott.di mia suocera.?
Grazie a tutti e complimenti per il lavoro che state svolgendo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Non e' obbligatorio vietare le verdure, ma e' obbligatorio segnalare che le verdure verdi a foglia larga sono molto ricche di vitamina K che diminuiscono l'efficacia del Coumadin e abbassano l' INR.

Se il Coumadin viene fatto assumere a dosi ben precise, ma poi si lascia libera la dieta, e il paziente magia le insalatone un po' si' e un po' no, il risultato e' che la dieta random fa un effetto random sulla terapia e l' INR balla e diventa imprevedibile.

La cosa piu' semplice per abolire queste interferenze e' proibire le verdure.

La cosa piu' giusta e' istruire il paziente a mangiare tutti i giorni una quantita' fissa di verdure, in modo che il loro effetto sul farmaco sia costante nel tempo. la dose di COumadin verra' aggiustata per tenere conto di questa quantita' fissa di verdua che il paziente ha piacere di mangiare.

La suocera dovrebbe essere seguita da un locale centro per la sorveglianza della terapia anticoagulante orale, vada sul sito FCSA (www.fcsa.it) per indivduare il centro geograficamente piu' comodo per lei.



[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2007
Molte grazie del consiglio e della Vostra disponibilita'