Utente 329XXX
Gentili Dottori,

da aprile dello scorso anno ho cominciato ad avvertire dolori e fascicolazioni sporadiche ai polpacci. Qualche esperimento di cambio scarpe mi ha offerto momentaneo sollievo. Il problema si è fatto maggiormente fastidioso verso la fine dell'estate quando ho notato che la gamba sx, dopo pochi km di camminata tendeva a irrigidirsi fino a quasi zoppicare. Sono comparsi crampi diffusi a entrambe le gambe e una fastidiosa sensazione di instabilità, come se sentissi la necessità di camminare a gambe allargate. Mi sono rivolto a un neurologo che non ha rilevato nulla di anormale e una successiva EMG ha dato risultati analoghi. Successivi esami ematochimici, B12, Folati, CPK, VES, elettroliti, elettroforesi ps, urine, fibrinogeno, tiroide, sgot, sgpt, nella norma. Ecocolordoppler arterioso e venoso negativo.
Insomma è passato quasi un anno e il problema è sempre lì, non sembra avere particolari fluttuazioni di intensità, alcuni giorni va meglio, altri peggio. Ho ginocchia vare (sx più di dx) e pronazione dei piedi (sempre sx maggiore di dx), però è un problema diagnosticatomi all'età di 4 anni e non mi ha mai dato problemi, se non dopo km di corsa e che comunque controllavo bene con scarpe antipronazione. In ogni caso nell'ultimo anno la mia attività sportiva, al netto di impegni familiari si è nettamente ridotta. Secondo Voi possono essere diventate problematiche con l'età?
Centrano qualcosa con le fascicolazioni?
Qualche ulteriore idea?
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
12% attualità
0% socialità
SILVI (TE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Buonasera,
il suo quadro clinico non è chiarissimo, e avendo escluso cause vascolari e neurologiche centrali (neurologo), quello che può essere presente è un problema al rachide lombosacrale con irradiazione agli arti inferiori, che potrebbe evidenziarsi con una risonanza dello stesso tratto, ha effettuato tale esame?