Utente 212XXX
buonasera! mi chiamo alessandro un ragazzo di 26 anni e sono un operatore di pronto soccorso..volevo fare una domanda riguardante mio nonno,,dunque il soggetto ha 85 anni è affetto da ipertensione,BPCO CRONICA,cardiopatia dilatativa compensata(2012),insufficenza renale,insufficienza venosa,scompenso cardiaco cronico(2012),lieve demenza senile..terapia lasix 5cp,lansoprazolo 1cp,,formudual spruzzi 4 al gg,carvedilolo da 12,5 mezza al mattino e mezza la sera e kcr retard potassio 2 al gg..il quadro penso capirà che le pluripatologie che le descrivo portano un quadro un pò sempre bordelline per diagnosi.da venerdi comparsa di broncospasmo importante espirando,debilitato,mangia poco..venerdi lo portato al pronto soccorso.. il medico mi ha detto che c''è un bell''enfisema polmonare allora esami perfetti,no leucociti,no neutrofili,coagulazione perfetta,bnp sempre alto (940) come da cronicità,rx torace pulito risulta:cuore e aorta ingranditi (come da patologie),seni liberi,polmoni discretamente espansi con moderata trasparenza di fondo,sat 97% fc 80..ecg compatibile coi suoi problemi come quello dell''anno passato.allora effettuano aereosol con prontinal una fiala e 15gocce broncovaleas e poi però seppur meno, il broncospasmo continua.allora il medico mi ha detto vista l''età di ricoverarlo qualche gg..ma a causa della difficoltà del soggetto ho preferito portarlo a casa con accordo che se peggiorava di ricoverarlo. a casa ho iniziato con terapia 2 volte al gg 1 fiala di prontinal e 7 gocce. di broncovaleas..il beneficio lo visto in parte mangia di più,dorme abbastanza tranquillo senza problemi,più vigile.ma avendo già fatto 12 aereosol il broncospasmo continua seppur meno ieri quando ESPIRA..il mio medico di base visto gli esami mi ha detto no antibiotico ma di continuare con gli aeresol e il resto di terapia..oggi è il sesto gg di terapia..desidero fare una premessa che vista la sua situazione clinica il fiato corto lo ha sempre avuto..ma questi sibili quando respira ingravescenti è la prima volta..cosa potete consigliarmi?..riesco cmq a notare dopo sei gg beneficio quando inspira con apertura toracica ottima che gli altri gg non riusciva..ma espirando si sente anche a riposo come rumori da catarro importanti (bronchi pieni penso) ma non più broncospasmo oggi..come devo comportarmi? la mia domanda è può essere che il catarro è il risultato dopo la terapia con aeresol fatta e quindi passata l''infiammazione si riproprone il classico catarro che aveva anche prima? e ora riduco il cortisone e broncovaleas e inizio con fluibron e acetilcisteina? la mia sensazione è stata una riacutizzazione della bpco però visto il soggetto con demenza l'ospedale avrebbe peggiorato la situazione per me.. e visto che ora il broncospasmo è passato vedo però ancora mio nonno sonnolente e debilitato come respiro è normale?..GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
lei mi ha scritto già' in privato più' volte e più' volte le ho risposto.
Evidentemente non le e' bastato.
E' un suo diritto chiedere altre opinioni, ovviamente
Arrivederci