Utente 334XXX
Salve,
volevo innanzitutto complimentarvi per l'ottimo servizio che fornite. Vi spiego il mio problema, sono un ragazzo di 26 anni ed ho una vita sessuale regolare, qualche giorno fa dopo essermi masturbato ho avvertito una sensazione di prurito al prepuzio, questo prurito è durato per circa due giorni, durante questi due giorni ho utilizzato saugella uomo come detergente intimo (il quale è antibatterico, antimicotico e antiinfiammatorio) il terzo giorno non avevo più nulla. Dopo un altro giorno ho avuto un rapporto sessuale con la mia ragazza e questo prurito e ricomparso, notai che la pelle del prepuzio era secca. Ho contattato il mio dermatologo telefonicamente (in quanto sono fuorisede) il quale mi ha consigliato di fare un tampone per vedere l'eventuale presenza di miceti o batteri. L'esito del tampone è stato negativo e il mio dermatologo mi ha detto che probabilmente poteva essere solo un problema di pelle secca. Ieri mi sono masturbato e il fastidio è ricomparso, ho messo una crema idratante ed ora il fastidio non c'è più.
Non vi chiedo diagnosi specifiche in quanto mi rendo conto che sia difficile farle a distanza, ma volevo chiedervi, magari anche solo delle ipotesi, su cosa potesse essere questo problema e quale la causa, considerate che il prepuzio e il glande è normalissimo, non ci sono macchie, bolle o squame. Vi ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la prima ipotesi è quella di una lesione dermatitica aspecifica, dovuta a traumatismo e frizione. Probabilmente vi è attualmente una condizione di iperreattività di base della cute , che è corretto trattare con idratanti e protettivi.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Non sottovaluti quello che potrebbe essere solo una situazione fisiologica ma anche un segno di una balanopostite di natura da identificare (veda quante ce ne sono anche nel sito personale www.balanopostite.it )

Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Grazie a tutti per le risposte, volevo aggiornarvi sulla mia situazione, la secchezza del prepuzio sembra scomparsa, non ho più fastidio, però da oggi è comparso un dolore al glande, questo è un dolore che si presente ogni due ore (a fitte) e poi va via, ma il pene non presenta anomalie alla vista. Non riesco a mettermi in contatto con il mio dermatologo, secondo voi questo dolore al glande può essere normale? oppure è il caso che mi rechi subito da un dermatologo?

Gentile dott. Laino, la ringrazio per la sua risposta, volevo chiederle, se fosse una balanopostite di natura micotica o batterica, tramite il tampone uretale, sarebbe dovuto uscire nei risultati? Saluti e grazie a tutti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
No, perché il tessuto uretrale è ben diverso dall'esterno. Come consigliato da noi tutti, effettui una visita dermovenereologica se il caso periste o si ripresenta

Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Quindi lei consiglia un tampone prepuziale cutaneo?
Grazie ancora
[#6] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Quindi per verificare se l'eventuale natura di una balanopostite bisogna fare un tampone prepuziale?
Graze ancora
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
È una ipotesi corretta sebbene consigli di far effettuare il prelievo al venereologo e non al laboratorio: il campionamento deve essere ben effettuato.
Saluti