Utente 283XXX
Buona sera sono alcuni mesi che ho un calo del desiderio sessuale con disfunzione erettile.Possano essere questi farmaci(vedi nel titolo) che prendo da circa 15 mesi per un aneurisma all'aorta ascendente che provocano questo spiacevole effetto e cosa posso fare per ritornare ad essere "normale".Visto il delicato tema ,mi sarebbe gradita una vostra sollecita risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non mi risulta che possa dipendere dai farmaci che riporta....Alla sua età è più probabile che sia un problema che necessita di valutazione da parte di uno specialista del settore, al quale le consiglio di rivolgersi.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Buon giornom Dr.Rillo, prendo atto della sua risposta anche se, leggendo anche su internet ,mi risulta che il Triatec(ramipril) è una causa della disfunzione erettile per numerose persone che seguono questa cura.Difatti la mia domanda era portata ad avere una indicazione di un farmaco sostitutivo. Se non è troppo disturbo per Lei ,la ringrazio anticipatamente di un suo cortese parere.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi che in medicina la supposizione è la madre di tutti gli errori....Le correlazioni vanno dimostrate e non solo sospettate. Gli effetti indesiderati di qualunque farmaco vanno classificati in comuni, rari, molto rari e rarissimi. Le ripeto che non mi risulta che il ramipril dia questo effetto collaterale e in ogni caso non appartiene nè ai comuni, nè ai rari e quindi a maggior ragione occorrerebbe dimostrarne la correlazione. Quello che invece è sicuramente vero, perchè dimostrato, è che esiste una connessione tra l’ipertensione e le disfunzioni sessuali e quindi a mio giudizio andrebbe meglio valutata l'efficacia della terapia nel controlo ottimale dei valori pressori. Questo può esser fatto solo con un Holter pressorio delle 24 h durante la stagione invernale, cosa che le consiglio oltre a quanto già anticipatole nella precedente consulenza. Oltretutto nel suo caso se assumere i farmaci antipertensivi non significa intercettare l'obiettivo di mantenere bassi i valori, lei corre i rischi annessi e connessi al problema aortico, come se non stesse facendo alcuna terapia. Solo però se viene dimostrato che la terapia che assume non è sufficiente dovrà essere rivalutata la terapia antipertensiva che osserva attualmente.
Saluti