Utente 335XXX
Buonasera,
Cercherò d'essere conciso e quanto più chiaro possibile, con la premessa che non ho mai avuto problemi di allergia.

Il 9 e 10 Gennaio ho avuto un forte prurito generale. Il dottore di base mi ha prescritto un antistaminico da prendere per 10 giorni e cortisone per 3 giorni. Questo sortisce l'effetto di togliermi il prurito ma iniziano a comparire delle macchie rosse sulla pelle. Sono delle macchie di varia forma e dimensione che si manifestano principalmente su volto, mani e clavicola. Sono istantanee e durano pochi minuti. Aumentano con il calore ed è come se la pelle fosse più sensibile.

Settimana scorsa sono andato da un dermatologo che ha subito detto che si tratta di un'orticaria (francamente la visita - privata - mi è parsa abbastanza sommaria e sbrigativa dato che si è limitato a passarmi la penna sulla schiena e constatare che rimanesse il segno); mi ha cambiato l'antistaminico e mi ha prescritto gli esami del sangue (che farò a giorni) con tutta una serie di test.

Da due settimane ormai mangio solo riso, pollo, patate e frutta, prevalentemente, ma i miglioramenti sono davvero pochissimi. Le ultime due informazioni che potrebbero essere importanti sono le seguenti: la sera del 9 Gennaio ho cenato in un ristorante (mangiando solo carne); è da quella sera che è iniziato il prurito. La seconda cosa è la familiarità (mia sorella) all'allergia alle graminacee, sebbene io non abbia mai avuto problemi.

In attesa dei test (che mi rendo conto essere importanti per una diagnosi) che cosa posso fare? Oltre ad aver paura per la mia salute, a mangiare pochissimo, è anche imbarazzante uscire di casa con queste macchie rosse che vanno e vengono.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
la diagnosi di orticaria è clinica ed effettivamente si può fare - nei casi tipici - in pochi secondi.
Se l'eruzione non trova origine negli alimenti, è logicamente inutile sottoporsi a una dieta per questa ragione.
In attesa dei risultati dei test (che potrebbero anche non evidenziare anomalie) deve provvedere a controllare le manifestazioni cutanee con i farmaci necessari; nel caso in cui il solo antistaminico non fosse sufficiente, la terapia di conseguenza dovrebbe essere potenziata (nei modi che i colleghi riterranno opportuni).
Saluti,