Utente 229XXX
buona sera,
qualche mese fa mi è stato diagnosticata un'ipertrofia concentrica del ventricolo sinistro e,parole esatte:" ampio aneurisma del setto interatriale,sbandierante".assumevo già valsartan 160 mg al giorno per l'ipertensione,il medico ha raddoppiato il valsartan portandolo a 320 mg al giorno e ha aggiunto la cardioaspirina.avendo letto che l'aneurisma del setto è una particolarità anatomica ma non una patologia e considerando che nonostante il valsartan la pressione si aggira sempre su 150 la massima e 100 la minima non sarebbe da rivedere la terapia?
grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' probabilmente per questo che le è stato incrementato il dosaggio del valsartan. Faccia un Holter di pressione delle 24 h in questa stagione per verificare se i 320 mg sono sufficienti per controllare adeguatamente i valori pressori.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la risposta,dottore.ormai sono parecchi mesi che prendo la compressa di valsartan da 320 mg,quindi direi che non siano sufficienti.tanto è vero che il medico di base ha aggiunto qualche giorno fa norvasc 10 mg,da me autonomamente sospeso per gli effetti collaterali.come ho sospeso la cardioaspirina...che poi non ho capito perché mai mi sia stata prescritta,forse per l'aneurisma del setto interatriale?come non capisco perché insistere con valsartan.visto che non funziona,non sarebbe meglio provare con qualcos'altro?
ancora grazie e buona sera.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' probabile che vada rivista la terapia, ma un holter pressorio permetterebbe di avere le idee più chiare. per il resto le consiglio di fare il paziente e di non prendere decisioni spontaneamente sulla terapia.
Saluti