Utente 335XXX
Salve a tutti,
vi scrivo riguardo un problema che mi affligge dall'estate scorsa.
Praticamente ho cominciato a soffrire di eiaculazione precoce, precedentemente non soffrivo di questo problema, all'inizio pensavo fosse solo ansia per l'imminente arrivo di mio figlio, ma ormai sono passati 6 mesi e il problema rimane.Dovete pure sapere che credo di soffrire di ipersensibilità del glande, toccarlo a mani nude è molto fastidioso per me, e soffro un pò di fimosi in erezione.
Ho fatto una visita dall'andrologo che mi ha detto che come il motore di una macchina il pene va "carburato" e mi ha prescritto Priligy da 30 da usare 6 volte e finite ste 6 volte il problema sparirà a sua detta, ha inoltre liquidato il mio fastidio a toccare il glande come normale.
Il priligynon l'ho mai preso perche sinceramente nn ne trovo l motivo, forse lui ha semplicemente pensato fosse ansia da prestazione, ma io personalmente ho una ipotesi sl perche soffro d eiaclazione precoce ma vorrei sapere se è una scemenza:Durante i miei primi rpporti il prepuzio mi stringeva il pene giusto sotto il glande, ora non fa piu cosi, penso che a forza da avere rapporti il prepuzio si sia "deformato" e non mi stringe piu cosi tanto, solo che non vorrei che fosse proprio il fatto dello strengimento a ritardarmi l'eiaculazione...è possibile?il fatto che abbia un glande sensibile può essere collegato all'eiaculazione precoce?una circoncisione potrebbe aiutare?
In attesa di riscontro porgo distinti saluti.

Marco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
le ipotesi nel suo caso sono più di una. Si potrebbe trattare anche di una iniziale fimosi con associata una liene irritazione cronica del glande (balanopostite) che lo rende più sensibile.
In caso di dubbio consideri la possibilità di una seconda opinione con altro andrologo.
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la celere risposta, il mio glande è sempre stato cosi sensibile, fin da quando ricordo, mi scuso se non l'ho scritto nel messaggio precedente, pure la fimosi in erezione, solo che ora "stringe" molto meno rispetto a prima (facevo fatica a far risalire il prepuzio sul glande in erezione, ora non mi capita più)
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

dalla sua descrizione si può immaginare che lei abbia, da sempre, un certo restringimento del prepuzio che non le consente una agevole scopertura del glande. questa situazione si accompagna spesso allo sviluppo di uno stato di ipersensibilità del glande sia ai toccamenti propri che della partner talee das indurre una condizione di "cattiva gestione" dell'eiaculazione.
In casi analoghi consiglio di procedere ad una circoncisione.
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Sono stato da un altro andrologo secondo il quale il mio problema è di tipo ansioso e mi ha prescritto Emla da usare prima dei rapporti, mentre gli spiegavo che finchè il prepuzio mi stringeva sotto il glande non avevo problemi di eiaculazione precoce mi disse che d solito è il contrario, cioè se il prepuzio stringe si ha un erezione maggiore ma con durata minore, mi confermate la cosa?non perchè non mi fidi del collega, ma prefeirei altri pareri, e poi non vendono degli anelli apposta che stringono il pene apposta per ritardare l'eiaculazione?la mia teoria era che il mio prepuzio avesse qusta funzione finchè non si è "allentato"....
[#5] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Potrebbe essere che il dolore della pelle del prepuzio tirata (facevo molta fatica a far scorrere il prepuzio dato che era stretto) sotto il glande mi aiutasse a arrivare all'eiaculazione più tardi?ma mantendendo l'erezione?devo ancora provare emla ma con un normale preservativo duro molto di più...questo sinceramente mi fa pensare che il mio problema non sia l'ansia ma ppunto quel qualcosa che ho perso che mi ritardava l'eiaculazione...
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la verifica della esistenza di una fimosi può essere fatta da qualsiasi medico che possa vedere e toccare il suo prepuzio
Al medico chieda solo di verificare se esiste un restringimento fimotico o no. (Non gli ponga problemi circa la eiaculazione precoce perchè ogni medico potrebbe avere una sua teoria terapeutica in materia).
Cari saluti )
[#7] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Innanzitutto la ringrazio per la risposta, ma forse non sono stato chiaro, soffrivo di fimosi in erezione, facevo fatica a far scorrere il prepuzio sul glande e quando tutto abbassato mi stringeva giusto sotto il glande, quello che chiedevo era: possibile che il prepuzio che mi stringeva il pene facesse da ritardatore di eiaculazione?perchè ora il prepuzio non mi stringe più come un tempo (penso si sia allentato) e da quando non stringe più soffro di eiaculazione precoce.
Saluti