Utente 335XXX
Buongiorno,
le scrivo per un problema che mi affligge da due mesi circa.
Tutto è cominciato con un fastidio ai testicoli; sentivo una vibrazione (come se avessi il cellullare che vibrava nella tasca dei pantaloni) e saltuariamente un leggero pizzicore, sempre ai testicoli (come la puntura di un ago). Questi sintomi erano accompagnati da una difficoltà a raggiungere e a mantenere l'erezione. Mi sono rivolto al mio medico di base che mi ha indirizzato da un urologo. A seguito di questa visita, mi è stata prescritta la levofloxacina e il topster per 10 giorni. Dopo i primi giorni di cura e nei primissimi giorni successivi alla cura, tutto era tornato alla normalità; non avevo più alcun fastidio e l'erezione era tornata normale. Dopo circa sei giorni dalla fine della suddetta cura, ho riavvertito un lieve fastidio ai testicoli e nuovamente, problemi di erezione. Mi sono rivolto ad un altro medico che mi ha prescritto daflon e benexol per i suddetti problemi, nonché normix e vsl3 per regolarizzare l'intestino (poiché questi problemi, effettivamente, sono iniziati poco dopo l'inizio di una dieta ipocalorica cui ha seguito un periodo di frequente diarrea). Terminata questa nuova cura, nulla è cambiato; o meglio, l'intestino non mi da alcun problema ma il fastidio ai testicoli e l'erezione, non sono passati. Mi è stato dunque riprescritto il daflon, il benexol e il proxeed; anche in questo caso, la cura non ha avuto successo. Continuo ad avere problemi di erezione e piccoli fastidi ai testicoli. Per completare il quadro, la informo che esami della urine, urinocoltura e PSA sono risultati negativi; inoltre ecografie all'addome e ai testicoli, non hanno evidenziato anomalie nè ai testicoli nè ai reni o alla prostata.
Dato il quadro descritto, qual'è la sua opinione? Secondo lei cosa potrei avere? E' curabile?
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il quadro da lei descritto ci porterebbe a pensare anche ad un problema di natura psicologica, legato in parte alle problematiche da lei elencate, ma lei presenta un fattore di rischio dovuto al peso da lei denunciato; come stiamo con il fumo?

Detto questo ora comunque bisogna risentire il suo andrologo di riferimento e con lui iniziare un preciso iter diagnostico con i relativi dosaggi ormonali ed ecocolordoppler delle arterie peniene.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta.
Fortunatamente non fumo, non bevo e non faccio uso di droghe.
Gli unici problemi che ho, sono il sovrappeso (ora sono a dieta) e le crisi d'ansia. Per le crisi d'ansia, di cui soffro saltuariamente, sono in cura con Depakin, Noritrem ed Elopram (e per le emergenze, Xanax); devo però aggiungere che con queste cure sono scostante (magari le prendo regolarmente per una settimana e poi non le prendo per un mese o più). Altra cosa che ritengo possa essere interessante, è relativa a due valori, ovvero ALT e CPK che nelle ultime analisi del sangue erano leggermente sballati. Dette analisi però, le ho fatto mentre ero già in cura da qualche giorno con Levofloxacina e Topster.
Altro dato: mia mamma e mia nonno (materno) sono diabetici, ma dalle analisi che ho fatto, non sembrerebbe che io ne sia affetto.

Mi scusi, cosa intende per "iter diagnostico con i relativi dosaggi ormonali"?

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

a questo punto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo da me pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.