Utente 335XXX
Buongiorno,

Sono un ragazzo di 25 anni, ed ho un problema al secondo molare inferiore destro, vi spiego in breve...

Circa 4 mesi fa mangiando (niente di duro) il suddetto molare ha perso un pezzettino...dandomi agio di vedere alla "base" e scoprire una carie;
nei giorni seguenti il dente ha iniziato a farmi male, a volte alterne, anche un dolore molto forte, al che, prendo appuntamento dal dentista (mia prima volta) e molto spaventato ci vado, volevo aggiungere che è il dentista che ha curato mio fratello, mamma e papà;

vado dal dentista, gli ho spiegato tutta la situazione, e lui SENZA ANESTESIA, ha iniziato con un attrezzo a raschiarmi il dente, al che, ad un certo punto sono quasi letteralmente saltato dalla poltrona per il dolore provato, mai provato così tanto dolore in vita mia! Dicendomi che ormai il dente era da devitalizzare..prosegue facendomi l'anestesia, mi si addormenta il labbro ecc..quindi il dentista procede, prende il trapano e inizia a trapanare, o almeno credo fosse un trapano, e però inizio a sentire di nuovo un forte dolore ( non paragonabile a quello avvertito in precedenza) ero provatissimo dal dolore precedentemente sentito, e anche molto spaventato, mi rifà l'anestesia, ma senza risolvere,
mi dice che il dente è infiammato e che l'anestesia non prendeva,
quindi mi prescrive del nimesulide in bustine, per 5 giorni, per poi andare di nuovo da lui,

prendo il nimesulide, ed ho passato i successivi 2/3 giorni con dolori atroci,
allora ho chiamato il dentista, dicendomi di prendere dello Zimox, e dopo 5 giorni era passato tutto, nessun dolore,

il problema è che non sono più andato dal dentista, ma non perchè mi era passato il dolore e credevo di aver risolto, ma per la mancanza di fiducia che avevo in lui, per il fatto di avermi fatto così male, da sognarmelo alla notte ( e non sto scherzando), so di aver sbagliato a non andare.

Arriviamo ad oggi, circa 3/4 giorni fa si presenta un dolore FORTISSIMO al dente, che non andava via neanche con Aulin, vado dal medico e mi prescrive Contramal in gocce, e Amoxicillina, passo 1 giorno e mezzo con il dolore, fortissimo e costante, non dormendo per una notte intera, per poi miracolosamente passare,

adesso sto facendo la cura con l'antibiotico, il dolore è quasi assente, però stamattina mi lavo i denti, e appena tocco il dente cariato mi fa malissimo, e se uso il colluttorio idem! e i fa male anche la gengiva, moltissimo.
ho come la sensazione che il dente sia venuto un po' più fuori, e se lo tocco ,nella parte bassa nella gengiva sento che si muove,

E volevo aggiungere che quando passo con la lingua sul dente cariato e gengiva, sento come se fosse "salato" o qualcosa del genere.

il problema è che non sono nella mia città, quindi fino a lunedì non posso andare dal dentista,

però dato anche la mia "paura" del dentista, vorrei un vostro parere, anche per rassicurarmi,

mi scuso per la lunghezza, spero in una vostra risposta, e ringrazio anticipatamente.

Distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Non c'è altra strada che rivolgersi il prima possibile ad un dentista che le possa effettuare la terapia necessaria (dopo aver eseguito correttamente l'anestesia!).

Riguardo la sua paura del dentista, molto più comune di quanto creda, può rivolgersi ad un dentista che esegue la sedazione cosciente inalatoria con ossigeno e protossido d'azoto, metodica sicurissima ed insegnata nella stragrande maggioranza delle Università in Canada, USA ed Inghilterra.

Le lascio dei link dove trovare un collega che utilizza questa metodica nella sua regione
http://www.sedazionecosciente.it/
http://www.reinhold.it/WEBForms/pageProducts_AnSed_DentistsList.aspx
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per il consiglio con relativo link.

Non essendo nella mia città, oggi pomeriggio mia madre mi prende appuntamento per martedì mattina..e spero si risolva tutto!

Ma se non sono troppo pretenzioso, vorrei chiederle, come mai questo atroce dolore?
ad oggi va meglio..ma sento il dente in questione e gengiva attorno, che sono diventati SENSIBILISSIMI.

Un'ultima cosa, credo di avere di nuovo l'infiammazione, con l'antibiotico che mi ha dato il mio medico, crede possa passare?
Non vorrei ritrovarmi martedì ad andare dal dentista e avere l'infiammazione ancora in atto, con conseguente impossibilità di anestetizzare.
[#3] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
È possibile che sia presente un'infezione visti i sintomi che lei descrive e l'antibiotico serve solo a ridurli temporaneamente e parzialmente.

Deve andare il prima possibile dal dentista ed iniziare la terapia, se il collega sa eseguire l'anestesia (quando non è efficace basta cambiare sede di inoculo, tipo di anestesia ed al limite molecola farmacologica) vedrà che non ci saranno problemi.