Utente 335XXX
Ho sempre sofferto di eiaculazione precoce finchè circa 10 anni fa mi sono deciso a curarla e ho seguito una terapia con antidepressivi (zoloft). Dopo diversi mesi e vari cicli di antidepressivi mi sono ritrovato che al posto dell'eiaculazione precoce era comparsa la disfunzione erettile. Passato qualche anno ho provato a curare anche questa. Fatte varie visite e analisi il medico ha concluso che la causa era nel basso livello di testosterone. La terapia che mi ha dato era a base di un ormone da assumere per via intramuscolare (Gonasi) per 3 mesi e Cialis per i primi 40 gg.
In realtà la terapia ha funzionato solo finchè ho continuato ad assumere il cialis, non appena l'ho interrotto la disfunzione ritornata praticamente come prima. A questo punto il medico mi ha prescritto un'altra serie di 3 mesi di Gonasi. Dopo qualche settimana però , considerando la scomodità della terapia , il costo, e gli scarsi risultati mi sono completamente demoralizzato e ho lasciato perdere.
Adesso vorrei sarei intenzionato a ricominciare la terapia ma vorrei capire se quella diagnosi era corretta e se non esiste alternativa all'assunzione del testosterone per via intramuscolare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
qua non abbiamo una diagnosi, ma solo della terapie, alcune delle quali ormonali senza che nulla si sappia del suo livello ormonale nel sangue. Le cause del suo problema posso essere olytre che ormonali: psicogene, circolatorie, prostatiche, neurologiche, metaboliche: veda di chiarire la causqa precisa col collega, che ogni cauisa ha sua terapia.