Utente 287XXX
Gentili dottori, sono a conoscenza che la specialità selezionata non è del tutto pertinente al consulto ma purtroppo al momento la specialità malattie infettive non mi permette di scrivere consulti. Mercoledì 29 gennaio ho chiesto al laboratorio analisi un test per la sifilide. Ho letto che il test TPHA si positivizza alla decima settimana e rimane positivo anche dopo la guarigione, invece è più sensibile il test VDRL che si positivizza molto tempo prima. A me hanno fatto fare solo il test TPHA. Visto che il mio rapporto a rischio risale alla scorsa estate e che non ho mai avuto episodi di sifilide l'attendibilità del test TPHA è sufficiente o devo fare per forza anche il test VDRL? Inoltre, questo è definitivo visto che è passato così tanto tempo dal rapporto? Vi ringrazio per la vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

per quanto mi compete se il suo scopo era solo quello di verificare se aveva preso la Sifilide dopo un rapporto sessuale non protetto e vista la tempistica che ci dichiara, il test fatto, se negativo, è definitivo.

Ha fatto, spero, anche tutte le altre valutazioni ematochimiche per scoprire la presenza di tutte le altre possibili malattie a trasmissione sessuale, visto che ci riferisce un rapporto a rischio avuto circa sei mesi fa?

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dottore, grazie mille per la sua tempestiva risposta. Si ho fatto tutto il resto. A distanza di 4 mesi ho fatto il test hiv con esito negativo. Visto che verso metà novembre ho notato al glande una screpolatura ed un frequente bisogno di urinare (ora cessato, perché nel frattempo ho avuto un pneumotorace, ahimè tutte a me capitano, e probabilmente gli antibiotici somministrati in ospedale hanno agito su tutto l'organismo). Mi sono fatto visitare quindi da un dermatologo ed un urologo. Il dermatologo ha detto che ciò che presento non ha nulla a che fare con una mst e molto probabilmente potrebbe essere legato con una dermatite che gia ho di mio. Invece l'urologo ha messo in campo anche il rischio di infezione sessuale e mi ha prescritto una spermiocoltura con ricerca di germi comuni, micoplasmi, trichomonas, candida, clamidia. Quindi ho fatto la spermiocoltura e per mia iniziativa anche il test della sifilide, però io credevo che chiedendo "test sifilide" fosse automatico che mi fanno sia il test tpha che il test vdrl. Invece mi hanno fatto solo il test tpha. È sufficiente per escludere il rischio di sifilide con il test tpha? Ora aspetto l'esito di entrambi i test, ma le pongo una domanda. Dopo che avrò visto i risultati di questi test vi è qualcos'altro da verificare o può bastare? Sono un ragazzo gay 22enne e lo feci con un ragazzo, è stato un rapporto anale (io ruolo attivo) sprotetto per appena 40 secondi. Innanzitutto non è detto nemmeno che questo ragazzo sia malato, anche se mi disse che è sano e si controlla ogni 3 mesi tutte le mst... quindi non credo adesso che questo ragazzo abbia tutte le malattie del mondo! In ogni caso mi controllo integralmente per sicurezza, ho altro da controllare? Rimarrebbe il papilloma virus (hpv), ma se ne fossi affetto non dovrei presentare condilomi sul pene? Il dottore dermatologo mi ha visitato il pene con la lente di ingrandimento e mi ha detto che non ho nulla, perché gli ho detto che temevo anche per l'hpv. Lei cosa dice in merito? La ringrazio ancora dottore per il suo prezioso aiuto.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le indicazioni del suo urologo e del suo dermatologo sono condivisibili.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Ho capito. Grazie mille dottore.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
[#6] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi dottore, precedentemente mi sono dimenticato di chiederle un'altra cosa. Io mi sono principalmente preoccupato per la sifilide perché circa un mese fa ho notato qualche disturbo nervoso. Come formicolio ed un tremore leggero al dito medio della mano sinistra. Visto che ho letto che tra i sintomi di sifilide vi sono danni al sistema nervoso mi sono preoccupato. Secondo lei potrebbe essere solo una coincidenza? Aggiungo che sono un ragazzo che va in ansia molto facilmente e mi spavento facilmente. Grazie.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

ad un giovane paziente che venisse a visita da me e che mi portasse un TPHA negativo e che avesse fatto una antibiotico terapia ( per il PNX, sono certo) direi di stare assolutamente tranquillo di non poter avere una sifilide.
Se poi la "mente" del paziente "naviga sul web" alla ricerca di possibili malattie a trasmissione sessuale allora gli direi che è come navigare nelle galassie con l'astronave Enterprise alla ricerca di qualche pianeta, ne esiste sempre qualcuno, il cielo non ha limiti( ma questa è fantascienza non medicina !!)
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta Dott. Diego Pozza. Si ho avuto in ospedale una cura di antibiotici per il PNX, per la precisione iperteso. Quindi lei intende dire che pure se l'avessi avuta gli antibiotici somministrati in ospedale per il PNX me l'hanno debellata e mi hanno anche curato da sifilide senza immaginare di averla? Scusi dottore le chiedo questo per assicurarmi che abbia interpretato correttamente la sua risposta. Comunque sulla questione delle ricerche sul web è vero, ho il brutto vizio di fare miliardi di ricerche, ora mi sono calmato un po con queste ricerche e cerco di mettermi sulla buona via!
Dott. Pozza un grazie di cuore anche a lei e auguro a tutti una buona domenica. Non finirò mai di stimarvi.

Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

con il test da lei fatto e risultato negativo si esclude anche la possibilità, per quanto riguarda la sifilide, che lei abbia incontrato il microrganismo che causa tale malattia, antibiotici presi o non presi, e quindi, sempre per la sifilide, stia tranquillo.

Cordiali saluti.