Utente 321XXX
Salve gentili medici. Scusate il disturbo ma vorrei porvi una questione che mi sta un po' allarmando. Ieri sera mentre palpavo i testicoli mi e' capitato di sentire nella sacca scrotale sx, sopra il testicolo sx, una struttura morbida e non dolente al tatto, non so pero' se sia collegata o mento ai testicoli. I testicoli in se' invece mi sembrano normali con superficie liscia e priva di escrescenze. Questa struttura che sento nella sacca scrotale sx mi preoccupa un po' pero perché non riesco ad individuarla a destra, quantomeno se presente non e' delle stesse dimensioni. Inoltre questa struttura non e' visibile all'esterno. Inoltre voglio informarvi che 9 mesi fa ho eseguito per controllo una visita urologica e lo specialista mi ha confermato che non c'era ne' varicocele ne' idrocele e presumo che in caso ci fosse stata una massa tumorale l'avrebbe notata giusto?Secondo voi mi dovrei preoccupare? Puo' essere l'epididimo o una ciste oppure una massa tumorale o semplicemente indicare varicocele? Posso ancora considerare la visita urologica attendibile o troppo distante nel tempo? Non so se centri qualcosa ma la sacca scrotale sx e' posta piu' in basso ed e' leggermente piu' grande di quella dx. Grazie e buon lavoro (scusate se non sono riuscito a spiegarmi bene.)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se dubbi sulla pregressa presenza di una "struttura" a livello della borsa scrotale sinistra, anche se morbida e non dolente al tatto, una nuova visita andrologica non la si nega a nessuno.

Da qui purtroppo non possiamo confermarle nulla delle numerose ipotesi patologiche da lei formulate.

Se desidera infine altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica simili che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html.

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore per la rapidissima risposta. Nonostante ciò a parer suo puo' essere qualcosa di grave o preoccupante oppure probabilmente no? Grazie ancora inoltre non so se questa cosa sia comparsa ora o già la avevo perché almeno che non vi si faccia attenzione non la si nota con facilita
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non avendo la possibilità, da questa postazione, di una visita clinica diretta, come pure lei può ben capire, non posso fare purtroppo alcuna diagnosi precisa.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Mi perdoni dottore se la disturbo nuovamente ma volevo chiederle un' ultima cosa. Ho notato che quella struttura di cui parlavo in precedenza e' molto meno percettibile col freddo quando lo scroto e' piu ritratto e vicino al corpo, lei che ne pensa? Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

questa ultima informazione ci porterebbe forse a pensare ad esempio ad un varicocele ma, le ripeto, la diagnosi finale si può fare solo e sempre dopo una attenta valutazione clinica diretta.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta, e in base a ciò che ha detto provvederò ad eseguire una visita medico specialistica diretta
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, fatto il tutto poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Ancora cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
salve egregio dottor Beretta. Mi rivolgo a lei, sono molto abbattuto. Le avevo parlato del problema al testicolo. ho poi rimandato la visita. ad ogni modo due mesi fa mi e' stato diagnosticato un varicocele di 2 grado sx. L'urologo mi ha prescritto ecografia e spermiogramma gia fatti entrambi. il risultato dello spermiogramma lo avrò domani. Non e' questo che mi preoccupa. Il problema e' un altro: Io pratico regolarmente attività pesistica 4 volte a settimana. L'urologo non me lo ha chiesto, pero' il medico che mi ha fatto l'ecografia mi ha detto che la palestra non e' proprio il massimo. Subito entrato nel panico sono andato su internet trovando pareri discordanti. alcuni infatti dicevano che la palestra in alcuni casi puo peggiorare la cosa. io sono veramente disperato. la palestra e' una cosa veramente importante nella mia vita, il solo pensiero di dover smettere per sempre mi abbatte profondamente, e' una cosa che conta molto per me. la prego dottore mi aiuti. Secondo lei posso continuare la paelstra? Dopo l'intervento in caso lo facessi fatta la pausa adeguata posso tornare a fare pesi? Avere il varicocele significa che non potro' piu' fare pesi in vita mia? la prego mi dia una buona notizia sono veramente triste. Aggiungo che il dolore non lo avverto praticamente mai. Sul vostro sito poi ho letto che uno specialista aveva detto ad un ragazzo che poteva continuare. La ringrazio davvero di Cuore!
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

nessun medico informato le potrà mai dire di smettere una qualsiasi attività sportiva, palestra compresa; potrebbe comunque essere indicata, in alcuni casi parti, una certa attenzione a non esagerare con "l'attività pesistica".

Risenta ora il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie infinite. La paura era nata dal fatto che avevo letto alcuni pareri di medici, anche sul vostro sito, che dicevano che la palestra andrebbe smessa del tutto. quondi scusi dottore se ho capito bene posso continuare a praticare pesi? senza esagerare ovviamente. cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, sempre sotto il controllo e seguendo le indicazioni mirate del suo urologo od andrologo di riferimento.

[#12] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dott Beretta innanzitutto grazie per i suoi rassicuranti interventi. Spero non debba piu disturbarla. Ieri e' arrivato l'esito spermiogramma e l'ho portato al curante dato che la visita dal mio specialista per una serie di motivi sarà fra una settimana. l'esame, mi ha detto il mio medico, risulta assolutamente normale. Mi aveva preoccupato la morfologia perché vi era scritto normale 5% anomalo 95% ma mi ha detto di stare tranquillo, ad ogni modo chiedo anche a lei. Il dubbio più grosso che mi e' sorto però e' il segiente. Prima dello spermiogramma ho rispettato un'astinenza di 4 gg. Il problema però e' che il giorno precedente allo spermiogramma una ragazza mi si e'seduta in collo e ho avuto un erezione. Pochi minuti dopo sono andato in bagno e pur non avendo avuto sensazione di orgasmo ne' eiaculazione mi sono accorto di avere avuto una piccola furiuscita di liquido (forse pre spermatico non so) ed ero leggermente umido. Ora secondo lei questo episodio può avere infuenzato l'esito dell'esame? Può essere considerato mancata astinenza? Mi perdoni se non ho spiegato bene ma non so neppure di che fenomeno si tratti. Ad ogni modo lo riferiro'anche allo specialista. Cordiali saluti e un grazie infinito.
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

due precisi e sintetici no alle sue due domande finali.

Un cordiale saluto.
[#14] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dottor Beretta ho effettuato oggi la visita andrologica per mostrare gli esami anche allo specialista. L'andrologo mi ha detto che lo spermiogramma e' molto buono e poi gli ho mostrato l'eco grafia che ha confermato il varicocele di 2 grado. Nonostante ciò visto il buon esito dello spermiogramma e la quasi totale assenza di sintomi ha deciso di non operarmi e mi ha consigliato di rivederci fra un anno. Mi ha anche, come immaginavo, confermato tutte le indicazioni avute precedentemente da lei, compreso il fatto che posso continuare la palestra eccetera. Avrei infine un'ultima domanda da porle: leggendo su internet ho visto che le dimensioni dei testicoli si aggirano sui 4,5-5 cm di lunghezza, e io ho la forte impressione che i miei siano più piccoli rispetto a questi parametri. ho provato a chiedere allo specialista ma mi ha detto di non farmi problemi e stare tranquillo ma io sono convinto che siano più piccoli rispetto alla media, anche se lui non ha attenzionato molto la cosa, cioè mi ha anche controllato i testicoli però non ha accennato a questa cosa. Poi leggendo online prima della visita sembra che avere i testicoli più piccoli sia necessariamente patologico. Ciò che le volevo chiedere e' questo: e' possibile che i miei testicoli, anche essendo più piccoli, funzionino ugualmente bene? In sostanza visto che lo spermiogramma e' a posto, posso ignorare questo fattore legato alla dimensione oppure è' per forza patologico? La ringrazio infine di cuore per la disponibilità, la prontezza e la professionalità dimostratami in questi consulti. Buon lavoro e cordiali saluti.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche a questi due ultimi quesiti, appoggiando le indicazioni cliniche già ricevute, due sintetici e precisi sì.

Controllo andrologico fra 12 mesi e, se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare o riconsultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dr. Beretta buongiorno. Innanzitutto la ringrazio nuovamente delle precedenti risposte. Dunque il varicocele per adesso non mi da nessun fastidio, sto continuando palestra e tutto è regolare. Sono qui invece per chiederle un parere. Ho notato da un po' di tempo che il testicolo dx, quindi quello dove non vi è il varicocele, e' lievemente dolente alla palpazione. Di norma non sento dolore ma se lo tocco un po' provo fastidio. La superficie e' liscia, e non è molle. Se sia gonfio o meno non lo so bene, ma mi sembra normale, solo che mi duole un po' se lo tocco. Secondo lei da cosa può dipendere? Premetto che la cosa dura molto tempo, forse avevo questo fastidio anche al tempo della visita, ma non vi ho mai dato molto peso, perché se non lo tocco con attenzione non sento nulla. Le ricordo che ho fatto una ecografia e uno spermiogramma fra maggio e giugno.
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quello che ci racconta è poco significativo per capirci qualcosa, da questa postazione; risenta eventualmente in diretta sempre il suo urologo di riferimento.
[#18] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Si scusi della imprecisione comunque l'indolenzimento è localizzato all'estremità del testicolo (punta).
[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche questa precisazione non ci aiuta a capire la sua attuale situazione clinica.
[#20] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dr Beretta buonasera. Dunque non so se ricorda ma se rilegge i post precedenti io avevo un varicocele sx 2 grado. Feci spermiogramma e tutto era ok. A circa un anno ho eseguito come indicato dal mio andrologo un nuovo spermiogramma. Ho rispettato l'astinenza indicata ovviamente e durante questo anno come suggerito sia da lei che dal mio andrologo ho continuato la mia attività in palestra con pesi che sto continuando tutt'ora, faccio inoltre attenzione a evitare esercizi che creino eccessiva pressione addominale e cerco di respirare regolarmente durante gli esercizi. Veniamo al dunque: ho portato i risultati del nuovo spermiogramma al mio andrologo e mi ha confermato che è tutto ok, la situazione è quasi invariata, gli spermatozoi sono leggermente diminuiti di numero ma ne è aumentata la qualità. Pertanto mi ha detto di rivederci fra un anno e di non operarmi visto l'esito dello spermiogramma. Io però ho una paura dottore: se il varicocele dovesse peggiorare nel tempo non vorrei che anche operandomi la situazione divenisse irreversibile per la fertilità. Cioè mi spiego meglio, se il varicocele rimane stabile per alcuni anni, non è che poi se ho un peggioramento improvviso la mia fertilità è compromessa? Secondo lei c'è un rischio per il futuro non operandomi adesso anche se lo spermiogramma va bene? Non voglio avere problemi futuri sapendo che avrei dovuto comportarmi in altro modo. Lei che ne pensa? Grazie infinite per la professionalità.
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per darle ulteriori motivi di riflessione oltre al mio lavoro, già indicatole, la invito a leggere anche questa news:

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/5344-novita-varicocele-miglioramento-spermiografico-postchirurgico-essere-transitorio.html

Un cordiale saluto.
[#22] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dr Beretta di nuovo un grazie e mi scuso se torno a scriverle, ma ho letto quanto mi ha segnalato e per curiosità ieri sera ho dato uno sguardo ai due spermiogrammi e soprattutto all'ultimo che non avevo mai visionato personalmente ma solo lo specialista lo aveva visto. Le dico che mi sono abbastanza allarmato e ora le spiego il perchè ma prima le allego i due esami rispettivamente (eseguiti in laboratori secondo linee guida WHO):

SPERMIOGRAMMA GIUGNO 2015

astinenza 3gg
pH 7,6
volume 2,1 ml
aspetto e viscosità normali
fluidificazione completa
motilità progressiva rapida e lenta 62%
motilità non progressiva 3%
immobili 35%
morfologia normale 5% anormale 95%
vitalità non si esegue se % immobili <50%
concentrazione spermatozoi milioni/ml 80,000
concentrazione per eiaculato 168,000 milioni
cellule germinali 1,9 milioni/ml
leucociti 0,1 mil/ml
cellule di sfaldamento, eritrociti, cristalli, batteri: assenti
corpuscoli prostatici, altre: presenti.

SPERMIOGRAMMA GIUGNO 2016

astinenza 4gg
pH 7,6
volume 2,0 ml
aspetto e viscosità normali
fluidificazione completa
motilità progressiva rapida e lenta 65%
motilità non progressiva 11%
immobili 24%
morfologia normale 7% anomala 93%
vitalità non si esegue
concentrazione spermatozoi 26, 500 milioni/ml
concetrazione per eiaculato 53 milioni
cellule germinali 8,0 milioni/ml
leucociti 0
cellule di sfaldamento, eritrociti, cristalli, batteri, corpuscoli prostatici: assenti
altre: presenti.
Ora dottore mi perdoni la lunghezza, ma la cosa che mi preoccupa è che nel secondo spermiogramma nonostante sia aumentata la motilità il numero e la concentrazione di spermatozoi mi pare, seppur entro il 5 percentile, molto ridotta. In più le forme normali seppur aumentate, non sono un po' poche 7%? Leggevo che per una buona fertilità devono essere almeno all'11%. E in più c'è un eccesso di cellule germinali, ma la cosa che più mi preoccupa è la riduzione del numero e la morfologia (abbastanza diversa visto che nel primo esame ero pienamente nel 50 percentile), lei che ne pensa? L'andrologo ha scritto: varicocele attuale II/III grado dimostra con controllo attuale stabilità sostanziale della linea seminale, se non un miglioramento, pertanto confermo indicazione non chirurgica e controllo annuale. Io mi chiedo ma come può essere stabile o migliorato scusi? Non è un po'poco rientrare appena nel 5 percentile. La ringrazio davvero di cuore dottore e mi scuso per il disturbo e la lunghezza, cordiali saluti.
[#23] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il suo andrologo ha molto probabilmente e correttamente valutato, almeno così credo, tutte le variabili biologiche inerenti al suo liquido seminale e alla sua situazione clinica e quindi è giunto alle conclusioni "operative", da lei elencate.

Eventuali altri dubbi è bene sempre chiarirli in diretta con il suo andrologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto