Utente 287XXX
Salve, vorrei un consiglio riguardo un problema che mi affligge da più di un anno. Ho questa forfora molto forte che è andata peggiorando nel corso del tempo: la cute è molto secca e viene via tipo in pezzi (anche grossi), anche se non mi gratto. Ho anche prurito, soprattutto in alcuni punti. Sono già stata da un dermatologo che soltanto guardandomi mi ha "diagnosticato" la psoriasi e mi ha dato una cura a base di Xamiol gel (da applicare due volte al giorno) e uno shampoo antiforfora (Kouriles). La cura doveva durare un mese, l'ho seguita scrupolosamente e sembrava fare effetto.. se non fosse che hanno cominciato a spuntarmi brufoli sulla pelle in corrispondenza dell'attaccatura dei capelli (collo, fronte, orecchie) e anche sul cuoio capelluto. Ho smesso di mettere il gel e tempo 2 settimane è ricominciata la forfora. E' piuttosto imbarazzante! Non mi fido molto del medico da cui sono stata, voleva rivedermi ma ci credo.. altri 120€ di visita per farmi diagnosticare con un'occhiata??

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentilissima,

le dico in tutta sincerità e non per erigermi ad avvocato d'ufficio di un collega dermatologo, che quello che lei definisce "occhiata" per noi dermatologi che diagnostichiamo le MALATTIE DELLA PELLE, quella "occhiata" in realtà è il termine di un processo che dura decenni.

Lei ha ricevuto una diangosi precisa ed una terapia assolutamente idonea:

credo le sia stato anche spiegato che la psoriasi del cuoio capelluto può essere una malattia invalidante e cronicizzante la quale può avvalersi anche di terapie sistemiche, laddove le topiche non riescano da sole ad arginare il fenomeno.

Sappia ancora che qualsiasi terapia per la psoriasi (ad oggi andiamo dai topici fino ai farmaci biologici, dispensabili solo nei centri ospedalieri) può rivelarsi efficace anche solo parzialmente e anche solo per la durata della medesima. Se tale patologia ritiene di persistere, la cosa purtroppo può verificarsi.

Perché accade questo?

La psoriasi detiene connessioni psicotrope e metaboliche di importanza anche primaria.
Per tale ragione, il controllo (che lei può scegliere di effettuare anche in ambito pubblico con il pagamento del solo ticket ospedaliero - o in caso di esenzioni specifiche - nemmeno con quello) è SEMPRE necessario, anche per i motivi sopraccitati.

Carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la sua risposta.

Purtroppo la sensazione di perplessità che ho avuto in seguito alla visita deriva anche dal fatto che non mi è stata data praticamente nessuna informazione. Mi sono documentata un pò solo per conto mio. Non avevo idea che fosse una malattia cronica (ammesso che ce l'abbia davvero) Non avevo mai avuto nulla del genere prima d'ora, è possibile che si manifesti all'improvviso?
In ogni caso la cura che mi è stata data mi ha creato anche dei fastidi, irritazioni che sono sparite soltanto dopo aver usato quei farmaci e la sensazione di prurito non è mai passata.
Per questo mi chiedevo se non ci fosse qualcosa che non andava e per questo ho scritto qui. Ma forse sarebbe meglio fare semplicemente un'altra visita con un altro medico!
Nel frattempo vorrei usare uno shampoo se non altro delicato ma non ho idea di quale comprare.