Utente 220XXX
Buon pomeriggio,

scrivo per mio marito: 41 anni, 1.88, 100 kg (corporatura robusta), non è propriamente grasso, è la pancia che ha messo su negli anni ad essere preoccupante, per il resto non è cambiato molto fisicamente.

In famiglia, da parte di entrambi i genitori, non mancano i casi di problemi cardiocicolatori (pressione alta, infarti, ischemie).

Come buona parte del genere maschile :-) fargli fare degli esami ha dell'impossibile così, negli anni, nonostante una serie di sintomi non proprio entusiasmanti, non sono mai riuscita a fargli fare degli esami mirati per cercare di capire se soffre di ipertensione.

Sintomi che, a periodi alterni, si presentano nell'ultimo paio d'annI: vertigini, macchie di sangue sul cuscino (sangue dal naso), frequenti mal di testa, pressione (le volte che la misura), che tende ad essere altina (la minima naviga intorno ai 100), eccessiva sete e minzione moooolto frequente (ma questo ormai da anni e, penso, sia collegata in qualche maniera a degli psicofarmaci che prende), un episodio di "ristagno" di liquidi alla caviglia (si era gonfiata in modo anormale, senza un danno traumatico, al ritorno da una vacanza durante la quale aveva esagerato con il cibo), qualche problema alla valvola mitrale che non "chiude" proprio bene (consigliato ecg sotto sforzo e ecocolordoppler ogni due anni ma che praticamente non ha mai fatto).

Dopo l'ultimo episodio di mal di testa e vertigini è andato dal medico di base che ha associato i suoi problemi di salute ad una serie di eventi (problemi sul lavoro, malattia del padre, etc), ma gli ha cmq prescritto una serie di esami (parole testuali: dimmi tu cosa vuoi fare ed io te lo prescrivo - !!!). Il marito mi ritorna a casa con una serie di esami del sangue e un ecocolordoppler ... a parte il colesterolo totale a 218 (range 140 - 200), il colesterolo HDL a 46 con un indice di rischio a 4,74 (range fino a 4,50), di sballato ci sono le proteine nelle urine (che non dovrebbero esserci), ma sono solo a 20 mg/dl (inf. a 15) ... il fatto è che l'esame non è stato fatto sulle prime urine del mattino (non aveva capito che aveva anche questo esame e così aveva già urinato a casa e, giunto al laboratorio, è riuscito a farne poca poca), quindi, domando, sarebbe il caso di rifarle?

Proteine nelle urine alte = indice di ipertensione? Si, il valore è appena sballato, ma probabilmente falsato e, associato al resto dei sintomi, potrebbe essere segno di qualcosa?

Mi può dire, esattamente, quali esami sono da fare per avere una diagnosi di ipertensione?

Grazie mille.

A.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
suo marito presenta un indice di massa corporea di 28,29 Kg/mq il che significa che è vero che non è obeso, ma è decisamente in sovrappeso e questo è sicuramente un fattore di rischio cardiovascolare. Considerando poi la familiarità, il riscontro di valori anomali del colesterolo e la presenza di proteine nelle urine, oltre ai valori pressori elevati occasionalmente riscontrati, direi che è altamente probabile che sia iperteso e necessiti di terapia farmacologica. Gli faccia fare con urgenza un Holter pressorio delle 24 h e poi mi farà sapere.
cordialmente