Utente 226XXX
Gentili Dottori,
ieri, dopo più di un mese che accusavo prurito poi trasformato in bruciore vulvare (che ho ancora tutt'oggi), mi sono recata dalla ginecologa che guardando la parte, ha diagnosticato visivamente dei piccoli condilomi esterni, ma non sa se sono dovuti al fatto che ho la parte arrossata/infiammata (peraltro non ho capito perchè si sia infiammata), oppure se si tratta di veri condilomi.
Ha deciso di prescrivermi la crema Aldara da usare 3 volte a settimana per un mese e mezzo.
Le mie domande sono:
1- Se non è sicura che siano veri condilomi, per quale motivo mi ha prescittto l'Aldara? Considerando il fatto che ho letto un po' ovunque che questa crema causa forte irritazione/bruciature sulla cute su cui si applica, quindi se già io sono infiammata, non rischierei di peggiorare la cosa?

2- I condilomi possono causare un bruciore/dolore? Ho letto che sono per lo più asintomatici, ma a me la zona vulvare brucia e duole da un mese! Ho una sensazione come se mi tirasse la pelle in quella zona.

3- Il mio partner non accusa nessun fastidio, nè escrescenze, quindi potrebbe non essere affetto da condilomi? O dovrebbe fare comunque dei controlli?

4- Si possono avere rapporti sessuali (protetti ovviamente) in caso di condilomi esterni? Ieri la ginecologa mi ha detto di sì, ma volevo un parere in più.

Grazie anticipatamente per le risposte e cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
sarebbe da approfondire la diagnosi di condilomatosi , che ovviamente essendo causati da HPV, sarebbe allo stesso tempo pericolosi e contagianti. La cura data sembra avvalorare questa ipotesi, il consiglio dei rapporti sesuali liberi invece non ...riesco a comprenderlo. E se riflettiamo su una lesione virale e contagiosa...la cosa non torna!
Approfondisca , penso che possa esserci stato un momento di confusione.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno, la ringrazio della risposta ma non ho capito una cosa: in che senso "rapporti liberi" non riesce a comprenderlo? La ginecologa parlava di rapporti protetti...oppure anche quelli vanno sospesi?
Il mio partner non accusa sintomi, ma non so se questo basta.
Come posso approfondire la diagnosi di condilomatosi?
Inoltre a quanto ne so, i condilomi non danno bruciore/dolore, cosa che invece io ho, e mi si estende, ogni tanto, anche all'inguine questo dolore strano.
Dico bene che solitamente non danno sintomi i condilomi?
Oggi ho la visita dalla dermatologa: può anche solo visivamente capire in modo certo se si tratta realmente di condilomi o no?
Se fossero quelli, la crema Aldara non mi causerebbe ancora più infiammazione su una parte già arrossata ed infiammata che mi duole?

Grazie, cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
http://www.geneticlab.it/it/laboratorio_lists_details.php?analisi=hpv-dna-test-papilloma-virus
ent.le pz
con il telefonino avevo letto Non protetti.
Quelli protetti potrebbero andare bene perché non contagia il patner , anche se il rapporto stesso potrebbe aumentare la diffusione nei genitali.Necessita il fatto che la diagnosi deve essere il piu possibile certa :al limite basterà la istologia e la ricerca dell'HPV.
cordiali ta'
[#4] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore grazie della risposta.
Quindi anche se i condilomi sono ESTERNI, con il preservativo non contagio il partner esatto? Mi preme molto essere sicura di questo perchè non voglio trasmettergli nulla.

Con "istologia e ricerca dell'HPV", intende che prima la dermatologa dovrà farmi un prelievo del tessuto con biopsia, giusto?

Quello che non capisco è perchè la ginecologa mi abbia prescritto subito l'Aldara senza approfondire se si tratta realmente di condilomi (peraltro mi ha detto che sono piccoli)...ritengo sia stata un po' superficiale a darmi una cura senza avere la certezza di cosa stava andando a trattare, dico bene?

Infine i condilomi danno dolore/bruciore? Io non l'ho letto da nessuna parte un sintomo del genere riferito ai condilomi.

Con l'Aldara non rischio che mi causi ancora più infiammazione su una parte già infiammata?
La dermatologa non potrebbe prima trattare la parte per ridurre l'infiammazione presente e poi occuparsi dei condilomi (sempre che siano quelli) ?? Chiedo perchè questo continuo bruciore/dolore sta davvero abbassando la qualità della mia vita, è davvero deleterio.

Grazie, cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
alla visita dermatologica non è risultato nessun condiloma, ma papillomatosi probabilmente fisiologica in quanto era simmetrica sia a destra che a sinistra.
La dermatologa ha detto che ho una dermatite (per quello sento bruciore e dolore) e mi ha prescritto Decoderm crema e Vea Lipogel + antiistaminico Ayrinal.
Non capisco una cosa: mi ha scritto "note di vestibolite", ma la ginecologa alla visita mi aveva detto che non sono affetta da vestibolite (o meglio vestibolodinia) in quanto non ho sentito dolore all'entrata dello speculum (se ne fossi stata affetta l'avrei sentito senz'altro).
Forse la dermatologa con "vestibolite" intendeva infiammazione della pelle da quelle parti ma non la vera patologia di vestibolodinia?
Grazie, cordiali saluti