Utente 336XXX
Gentilissimi Dottori,
sono una ragazza di 23 anni e vi scrivo perchè ho bisogno di un parere e non ho trovato nessuna risposta specifica sul forum.
Il mio problema è che da novembre ho cominciato ad avere un fortissimo prurito intimo misto a bruciore, sia esterno che interno, non ho perdite, questo sintomo è esteso anche all'ano e si presenta se mi tocco per lavarmi e asciugarmi e non mi permette di avere alcun tipo di rapporto con il mio ragazzo perchè la penetrazione è impossibile con questo bruciore interno!
Pensando fosse una candida ho preso in farmacia il Gynocanesten ma non ha fatto effetto così sono andata dalla ginecologa che mi ha effettuato un tampone con esito negativo sia a candida che a trichomonas e mi ha dato due ovuli di cui non ricordo il nome ma avevano alcuni fermenti lattici e poi il Candinorm, non passava nulla e quindi mi ha dato Macmiror complex e Normogin. Niente, giusto il Normogin mi ha dato un po' di sollievo, ho fatto un'altro tampone e stavolta mi ha trovato un batterio, lo Streptococcus Viridans, resistente a tutti gli antibiotici tranne ad uno che secondo la mia ginecologa è troppo forte e introvabile, mi ha prescritto quindi una crema Cleocin con un antibiotico di resistenza intermedia che ovviamente non mi ha fatto passare nulla.. stanca e senza speranze ho cambiato ginecologa che mi ha detto che nel 50% dei tamponi la candida non viene riscontrata (ma è vero?!) e che secondo lei era candida, perplessa ho seguito la sua cura di: Sporanex 2 pastiglie al giorno per bocca per 3 giorni (e due anche al mio lui), ovuli e lavande Meclon per 5 giorni.
Sono stata bene per un giorno e mezzo circa.. ed ero così felice che ho avuto un rapporto non protetto (leggermente doloroso) in quell'unico giorno..risultato? oggi sto malissimo, il prurito è peggiorato terribilmente (stanotte non ho chiuso occhio..) e ho chiamato la ginecologa la quale mi ha risposto dicendo che è impossibile che non mi abbia fatto effetto lo Sporanex e che sicuramente è una allergia.. sono confusa e non so a chi rivolgermi..ho speso tantissimo fra ginecologhe tamponi e medicine inutili.. intanto mi lavo con il bicarbonato e metto una crema lenitiva della Saugella per avere un po' di sollievo.. vi chiedo un parere su cosa possa essermi successo..
vi ringrazio tantissimo in anticipo e anche per il bel lavoro di informazione che fate.
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Una diagnosi precisa non è stata fatta .
Con un esame batteriologico a fresco del secreto vaginale deve eliminare i dubbi diagnostici di VAGINOSI BATTERICA (gardnerella vaginalis), vaginite AEROBIA (E.COLI. streptococco) Trichomonas.
In questi casi non si può andare avanti a tentativi terapeutici con antibiotici vaginali (cleocin,Meclon,ecc..) ed aggiungere un antimicotico (sporanox) !!
Per la sintomatologia esterna potrebbe trattarsi di una VULVITE da infezione(?) da uso di assorbenti non di cotone (?) reazione ad indumenti intimi colorati e sintetici(?) .
In questi casi va valutata adeguatamente e nell'attesa consiglierei più impacchi di acido borico (3%) soluzione
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
la ringrazio molto per la sua risposta!
io però ho già fatto due tamponi con esito negativo su tutto, il secondo aveva evidenziato lo streptococco viridans e per questo mi era stato prescritto il cleocin, comunque i miei sintomi non sono migliorati e mi sento sempre più frustrata.. non so se possa essere una vulvite perchè comunque il mio prurito/bruciore è anche interno.. e in più soffrendo in generale di allergie uso solo detergenti intimi e assorbenti anallegici che prendo in farmacia..
ma io mi chiedo, avendo preso tutte queste medicine è possibile che non sia passato nulla? potrebbe essere qualcosa di diverso da batteri o funghi?
domani chiamerò una terza ginecologa perchè l'idea che sia un allergia non mi convince.. secondo lei è possibile che sia una allergia? sono davvero disperata!!!