Utente 165XXX
Gentile Staff,

vi scrivo in quanto ho un problema di dolore notturno alla schiena da circa un mese che non passa.

Agli inizi del mese scorso, a causa del dolore notturno, ho fatto una lastra e una visita ortopedica e mi è stato diagnosticato un blocco vertebrale alle vertebre L1 e L2, probabilmente causato da uno sforzo eccessivo e mi è stata consigliata la chiroterapia.

Dopo alcune sedute il male ha iniziato a diminuire notevolmente.

Ora però mi si sta presentando un dolore diverso ed ho ripreso ad avere problemi durante la notte. Il dolore sembra essersi abbassato e non è più vicino alla colonna vertebrale, ma sembra coinvolgere la muscolatura della schiena.

Ho provato a cambiare letto, a cambiare posizione nel sonno, ma regolarmente mi sveglio al mattino per il dolore e, dopo che mi alzo e inizio a muovermi, il dolore passa.

Ne ho parlato col fisioterapista che però mi ha risposto solo che secondo lui è strano e che ci vorrà del tempo.

Vorrei gentilmente un vostro parere e vorrei chiedere se ci sono altri esami (es rmn) che possono aiutare a capire l'origine del dolore e/o se devo prendere degli antiinfiammatori.
[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Egr. signore si dovrebbe valutare clinicamente il suo rachide e esaminare le radiografie.
Non dovrebbe essere nulla di particolarmente importante, ovvio, una contrattura dorsolombare o un blocco vertebrale da risolvere con terapia farmacologica e fisiochinesiterapia idonea, magari se occorrono delle sedute di medicina manuale .
Non è un problema nè di letto ne di cuscini o similari moventi.
Si rivolga allo specialista ortopedico ed anche al Fisiatra.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,

La ringrazio per la sua risposta.

In attesa di fare un RMN, il dottore di base mi ha consigliato di prendere un miorilassante, il Sirdalud.

Ho letto, da non esperto in medicina, che si tratta di un farmaco usato nel post operatorio ed è altamente tossico per fegato e reni. Lei lo conosce? Che ne pensa?

Ringrazio nuovamente.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo che lo conosco, ovviamente.
Ma certamente deve fare ben altro che un semplice miorilassante;quanto meno degli antiinfiammatori e poi della fisiochinesiterapia appropriata .
Cordiali saluti